Il fucile sequestrato

CUTROFIANO (Lecce) – Nell’aprile di due anni fa, fu sorpreso dai carabinieri con un fucile a canne mozze ed una mazza da baseball nascosti nel cofano dell’auto. Adesso, per lui è arrivato il tempo di scontare la pena. E per questo motivo è stato ristretto ai domiciliari, dove dovrà scontare un anno e 27 giorni.

Si tratta del 55enne di Cutrofiano Antonello Cagnazzo, già noto alle cronache locali, raggiunto nella giornata di ieri dall’ordine di carcerazione ai domiciliari, emesso nei suoi confronti dall’ufficio esecuzione penali del Tribunale di Lecce.

I fatti di cui è accusato l’uomo – accusato di detenzione di arma clandestina – risalgono al 15 aprile 2016, quando Cagnazzo fu fermato a Collepasso dai carabinieri durante un controllo stradale. L’accertamento e la successiva perquisizione veicolare consentirono ai militari di trovare nel portabagagli dell’auto un fucile a canne mozze ed una mazza da baseball.

CONDIVIDI