SALENTO – Oggi, presso la sala consiliare della Provincia di Lecce si sono incontrati i Sindaci dei 33 Comuni che, su iniziativa del Sindaco di Nociglia Massimo Martella, hanno intrapreso la battaglia contro i Consorzi di Bonifica, adottando una delibera con cui hanno previsto:

1. la costituzione di un tavolo tecnico per la predisposizione e la presentazione di una #proposta_di_legge di modifica delle LL.RR. 1 e 38 del 2017, al fine di addivenire ad un sistema di gestione dei #Consorzi_di_Bonifica improntato all’efficienza, all’economicità e alla partecipazione;

2. la revoca/annullamento con effetto immediato degli avvisi di pagamento, illegittimi, recapitati dal Consorzio di Bonifica ed aventi ad oggetto il codice tributo 630, annualità 2015;

3. la revoca/annullamento con effetto immediato dei nuovi avvisi di pagamento relativi al codice tributo 630 annualità 2016/2017, il cui invio è previsto nei prossimi mesi;

4. la richiesta di un incontro, con il Presidente della Regione Puglia e con le autorità oggi deputate ad affrontare la materia, al fine di giungere ad una soluzione il più possibile condivisa sui Consorzi di Bonifica, fonte di malcontento nella cittadinanza.

“Una risposta davvero plebiscitaria quella degli amministratori locali delle province di Lecce, Brindisi e Taranto – si legge nella nota del Sindaco di Nociglia, Massimo Martella – in attesa di avere risposta dal Presidente Emiliano, sulla richiesta di un incontro, sono già al lavoro per la predisposizione di un disegno di Legge per modificare l’attuale quadro normativo regionale, dimostratosi completamente inadeguato a risolvere il problema, ormai decennale, dei Consorzi.

Per questo, gli Enti si avvarranno di un pool di esperti, certi che lo strumento della partecipazione popolare all’attività normativa della Regione, consentita per legge, sia l’unica possibilità per una soluzione a lungo termine del problema, oltre che l’unica possibilità concreta per ribellarsi ad un sistema di gestione dei Consorzi, ad oggi, totalmente fallimentare.

Si va avanti senza dubbi o tentennamenti!
Gradito il saluto e la partecipazione del Presidente della Provincia di Lecce, Stefano Minerva, al quale gli amministratori presenti hanno chiesto di farsi portavoce in Regione delle loro richieste.

Unico obiettivo: migliorare il sistema dei Consorzi, che oramai si presentano come degli #inutili_carrozzoni.

È bene precisare – conclude Martella – che i 33 Comuni aderenti all’iniziativa rappresentano, in base ai dati ISTAT al 31 Dicembre 2017, una popolazione di 283.116 abitanti.
Proprio per tale motivo la Regione non potrà far finta di non sentire, perché a parlare sono appunto 283.116  #cittadini.

I Comuni sono: Avetrana, Bagnolo, Botrugno,Casarano, Cellino San Marco, Collepasso, Francavilla Fontana, Giuggianello, Guagnano, Latiano, Maglie, Martano, Matino, Melissano, Mesagne, Miggiano Minervino di Lecce, Neviano, Nociglia, Oria, Palmariggi, Ruffano, Salice Salentino, San Cassiano, San Donaci, Sanarica, San Pancrazio Salentino, Scorrano, Supersano, Taurisano, Torchiarolo, Torre Santa Susanna, Torricella.