LECCE – Ci saranno i quattro uscenti nella lista che unisce gli uomini di Marti a quelli del sindaco di Nardò, Pippi Mellone. Si è preferito fare un’unica lista forte che insieme alla Lega potrebbe contrastare l’asse tra fittiani e Fratelli d’Italia nella competizione interna. Ma il risultato è che Congedo ha una lista in meno a suo supporto. Antonio Finamore, Laura Calò e Paola Gigante, che offrirono la stampella a Salvemini per poi farlo affondare per la loro contrarietà sul caso Lupiae e sul predissesto, oggi restano nel loro gruppo di origine con l’area Marti. Prima Lecce, che in fondo è una derivazione di Grande Lecce, si rafforza con gli uomini di Mellone, in primis l’uscente Massimo Fragola. Ma ci sono altri candidati dell’area del sindaco neretino, come Erica Errico. Questa fusione sancisce un’alleanza sbocciata durante le scorse politiche.

Oggi gli uomini di Mellone corrono col centrodestra: due anni fa sostenevano la corsa di Alessandro Delli Noci, poi confluito nel centrosinistra (dopo anni di militanza a destra). Pippi Mellone e l’ex vicesindaco di Lecce sono andati “oltre” gli steccati ideologici per muoversi i maniera fluida nella politica liquida dei nostri giorni.

Garcin