TORRE SAN GIOVANNI (Lecce) – Negli ultimi sei anni avrebbe rubato energia elettrica, per un totale di circa 40mila euro. Ed ora è stato arrestato e ristretto agli arresti domiciliari, con l’accusa di furto aggravato e continuato.

Nei guai è finito il 40enne Massimo Congedi, di Ugento, arrestato in flagranza di reato dai carabinieri della cittadina messapica e dai colleghi della sezione operativa della Compagnia di Casarano.

Nel corso di un’attività d’indagine svolta insieme al personale della società Enel spa, i militari hanno accertato che Congedi, in qualità di titolare di un’area parcheggio, attraverso l’utilizzo di un cavo aveva bypassato il contatore dell’energia elettrica agganciandosi direttamente alla rete pubblica. Lo avrebbe fatto per sei anni, per un danno alla società di energia elettrica calcolato in 40mila euro.

Al termine delle formalità di rito, Congedi è stato arrestato e ristretto agli arresti domiciliari, presso la propria abitazione.