di Marcella Negro
LECCE – Tra le province di Lecce e Brindisi, dal 21 al 29 luglio, si rinnova l’appuntamento con “Il Cammino Celeste“, uno dei festival più suggestivi del Salento. Nato nel 2016 da un’idea di Giorgia Santoro e Luigi Del Prete il Festivalmusicale e culturale ha lo scopo di valorizzare le antiche vie Francigene percorse nel corso dei secoli dai pellegrini in viaggio verso Gerusalemme che giungono fino alla Puglia meridionale, con particolare attenzione al percorso che dal porto di Brindisi conduce fino a Santa Maria di Leuca. I pellegrini percorrevano il prolungamento della Via Traiana che nel suo tratto sino ad Otranto assunse il nome di “Traiana Calabra”, strada romana che si ricongiungeva alla “Sallentina”, altra antichissima strada che collegava Taranto a Otranto passando da Veretum.

Domenica 21 luglio (ore 21 – ingresso libero) il Festival prenderà il via dalle Terme di Valesio a Torchiarolo, unica tappa in provincia di Brindisi, con il progetto “Viva il Re!” con il cantautore Massimo Donno e La Banda de Lu Mbroia.”Siamo ben contenti che la prima tappa del festival parta da Torchiarolo, dalle zone termali di Valesio – dichiara il sindaco di Torchiarolo Flavio Caretto Abbiamo organizzato tutto al meglio, le aree sono pronte per accogliere l’evento e gli artisti di grande livello”.

Anche per questa edizione del Cammino Celeste sono state scelte alcune tra le più antiche testimonianze di devozione e sosta dei pellegrini a cui sono stati associati percorsi musicali curati da artisti e studiosi che da tempo svolgono una ricerca sul tema del cammino, anche attraverso riletture e interpretazioni dei nostri tempi. “L’obiettivo del festival è unire tre obiettivi – spiega Giorgia Santoro ideatrice e organizzatrice del festival – valorizzazione delle tradizioni musicali legate al pellegrinaggio e al cammino in senso generale, la valorizzazione degli antichi itinerari di pellegrinaggio e la valorizzazione dei beni artistici architettonici archeologici”.

Ogni concerto sarà preceduto da un cammino o da una visita guidata lungo alcuni tratti delle Vie Francigene con il coordinamento del geografo Fabio Mitrotti in collaborazione con le associazioni Il GiuncoTina Lambrini – Casa ComiArci Terre Archeorete del Mediterraneo e la Pro Loco di Sannicola“Il Salento è una terra dinamica, ricca di eventi culturali – ha commentato Loredana Capone durante la conferenza stampa di presentazione – Il valore della via Francigena è grande. I camminatori che percorrono la via sono persone curiose di beni culturali e cercano servizi e strutture ricettive adatte ai loro bisogni. Questo per noi rappresenta una straordinaria opportunità per lo sviluppo economico oltre che turistico. Unire i cammini alla musica è un fatto straordinario perché significa legare attraverso l’arte le persone ad un territorio, alle sue origini, alla sua cultura e alla sua identità”.

Nel corso degli ultimi anni, grazie al sostegno dell’assessorato all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia in collaborazione con AEVF – Associazione Europea delle Vie Francigene e all’impegno dell’Associazione Le Comunità ospitanti degli itinerari francigeni della Puglia meridionale, lungo i circa 160 chilometri del tratto salentino della Via Francigena sono stati apposti i segnavia in modo che i pellegrini possano camminare ponendo la propria attenzione alla bellezza del paesaggio e al proprio benessere interiore.”Questa manifestazione non ha un’attenzione legata solo al turismo ma anche al tema culturale, della scoperta del riconoscimento dell’altro, del confronto, della condivisione – sottolinea Carlo Salvemini, sindaco di Lecce – Tutti elementi significativi soprattutto in periodi come questi in cui si affermano diffidenza, ostilità e chiusura”.

Info e prenotazione obbligatoria 3478227836 – walkinsalento@gmail.com.
https://www.facebook.com/festivalilcamminoceleste/