di Marcella Negro
LECCE – Con un cartellone ricco di appuntamenti il Conservatorio di Lecce ripropone, a partire del 23 luglio fino al 15 agosto, la seconda edizione del Tito Schipa Music Festival. Sul palco ensemble e formazioni composte da docenti e studenti del Conservatorio per sei serate in cui si spazierà tra diversi generi musicali, dal tango al jazz, dalla classica alle colonne sonore. Tutti gli spettacoli sono a ingresso gratuito.

“”Grazie al Tito Schipa Music Festival la musica esce dai teatri e torna in piazza, nell’agorà pubblica dove è nata la cultura non solo italiana ma mondiale – ha dichiarato il presidente Biagio Marzo durante la conferenza stampa di presentazione – Il nostro tentativo è quello di socializzare la musica”.

Corigliano d’Otranto, Gagliano del Capo, Matino, San Donato di Lecce, Specchia e Soleto sono i comuni che hanno aderito alla realizzazione del festival, finanziato dalla Regione Puglia – Assessorato alla Formazione e al Diritto allo studio. “La Puglia è ricca di arte e creatività, di ragazzi e ragazze che hanno molte attitudini e talenti – ha precisato l’assessore LeoDifficilmente, negli anni scorsi, le accademie, le università, i conservatori riuscivano a raccontarsi all’esterno. Noi abbiamo voluto questo fortemente”. 

Martedì 23 luglio, ore 21, Piazza del Popolo a Specchia inaugurerà la prima serata del festival con il Tango Latino Ensemble che proporrà Summit Reunion Cumbre. Lo spettacolo, riproposto lunedì 5 agosto a San Dana, è dedicato interamente al celebre bandoneonista argentino Astor Piazzolla.

Giovedì 25 luglio in Piazza San Michele a Galugnano e sabato 27 luglio in Piazza Cattedrale a Soleto, ore 21, doppio appuntamento anche per il Primum Jazz Ensemble con il progetto “Songs Americane“.

Sabato 3 agosto, ore 21, in Piazza San Giorgio a Matino, la Piccola Orchestra da Camera, diretta da Giovanni Pellegrini, suonerà “Dai salotti viennesi ai salotti salentini” un repertorio che propone brani del pieno romanticismo musicale, con l’intento di riprodurre la musica che risuonava nell’Ottocento, nei Salotti intellettuali e borghesi di tutta Europa.

Ultimo appuntamento il 15 agosto nel Fossato del Castello Volante di Corigliano d’Otranto con “Il cinema di Ennio Morricone” della Southern Europe Orchestra, composta da circa 40 elementi tra archi, fiati, percussioni e sezione ritmica, il tutto supportato da tecnologia audio. In scaletta celebri temi tratti da Per Un Pugno di Dollari, Il Buono Il Brutto Il Cattivo, Giù La Testa, C’era Una Volta il West, La Leggenda del Pianista Sull’Oceano, C’era una volta in America, La Califfa, The Mission, Nuovo Cinema Paradiso, Love Affair, Chi Mai: Il Professionista.

“Durante il festival si esibiranno ensemble, gruppi cameristici e orchestrali nati grazie alla sensibilità di docenti e studenti e con il coinvolgimento di molti ex studenti – ha ribadito il direttore Giuseppe SpedicatiUna sinergia importante senza la quale non sarebbe possibile realizzare questi progetti complessi sia dal punto di vista tecnico che musicale. Siamo convinti che si possa fare divertire il pubblico anche con la grande musica – dal tango al jazz, dalla musica classica a quella da camera – perché il Salento è un territorio in grado di proporre altro dalla musica tradizionale”.