LECCE – Si svolgerà a Lecce presso l’Università del Salento, dal 18 al 20 settembre 2019, il Congresso della Società Italiana di Biochimica e di Biologia Molecolare che quest’anno è alla sua 60° edizione.

Il convegno è un’importante occasione d’incontro per gli scienziati, – attesi circa 350 ricercatori da tutto il mondo – che presenteranno i loro studi all’avanguardia nel campo della biochimica e delle aree legate a questa disciplina.

L’apertura dei lavori sarà affidata al Prof. John Ernest Walker, della Cambridge University, Premio Nobel per la Chimica nel 1997 per le sue scoperte sul meccanismo enzimatico di sintesi dell’ATP. Lo scienziato terrà la sua relazione, alle 14,30 del 18 settembre, dal titolo “Regulation, functional analysis and assembly of dimeric ATP synthases in mitochondria” (Regolazione, analisi funzionale e assemblaggio della ATP sintasi dimerica nei mitocondri).

Personalità di alto profilo in ambito nazionale e internazionale illustreranno ricerche su temi emergenti della biochimica, dalla ricerca di base a quella applicata: si parlerà di proteine, di biotecnologie, di biologia computazionale, di basi molecolari del cancro, di nutrizione ed epigenetica.

Il congresso si articolerà in sessioni plenarie che si svolgeranno a Lecce, presso l’Aula Magna dell’Edificio Codacci-Pisanelli (viale dell’Università, 2) nel pomeriggio di mercoledì 18 e nella mattinata di giovedì 19 settembre, e in sessioni parallele che si terranno a Studium 2000 (via di Valesio) nel pomeriggio di giovedì 19 e nella mattinata di venerdì 20 settembre.

Accanto ai grandi maestri e ai loro allievi, che hanno tracciato la storia della Biochimica in Italia e hanno contribuito all’avanzamento di questa disciplina, sarà dato ampio spazio ai giovani. Particolarmente attese sono infatti, al termine del Congresso, le loro brevissime presentazioni della durata di 5 minuti, che seguiranno la formula dell’Elevator Pitch Context: il discorso che un imprenditore farebbe ad un investitore se si trovasse per caso in ascensore con lui avendo a disposizione per convincerlo ad investire sul suo progetto il tempo di un’unica corsa.

“Questo convegno rappresenta un’occasione unica per conoscere ed approfondire le ultime ricerche a livello mondiale nel campo della biochimica – commenta Vincenzo Zara, presidente del Congresso e Rettore dell’Università del Salento – in un momento in cui l’esiguità di finanziamenti pubblici per l’Università e la ricerca scientifica pesano non poco sul settore. Solo la dedizione e la perseveranza di chi ha tracciato la storia della Biochimica, unite all’entusiasmo dei più giovani, lasciano aperta la speranza in un futuro migliore. Ecco perché siamo particolarmente orgogliosi di avere ospite il premio Nobel Walker. Ascoltare la sua testimonianza è un’opportunità imperdibile sotto il profilo scientifico e umano”.