“Gli sciamani, così come li definisce giustamente il ministro Teresa Bellanova, sono sicuramente fra i principali responsabili dei danni provocati dalla Xylella. E fa bene il neo ministro a ‘dichiarare guerra’ a chi non riconosce scienza e conoscenza in materia, a chi bloccando le eradicazioni ha fatto in modo che il batterio si propagasse in molte altre zone della Puglia.” Così il co-presidente del gruppo regionale ECR-FRATELLI D’ITALIA, on Raffaele Fitto, al ministro all’Agricoltura, on. Teresa Bellanova.

“Ma sbaglierebbe il ministro se cercasse gli sciamani solo all’esterno delle Istituzioni, perché con loro, invece, governa. Gli sciamani sono nel Movimento 5 Stelle da sempre fiero oppositore con molti suoi esponenti istituzionali alle eradicazioni e che ancora oggi per bocca del senatore Lello Ciampolillo (non ci risulta che sia stato sospeso dal partito) parla di ‘complotto’ avanzando tesi negazioniste. Ma sciamano è stato anche il presidente della Regione, Michele Emiliano, quando ha prestato il fianco e si è schierato contro le eradicazioni, di fatto considerando lo stop al Piano Silletti ‘una liberazione’.

“Certo, non dobbiamo alimentare polemiche e dobbiamo lavorare per risolvere questo dramma  ma dobbiamo al tempo stesso ricordare che  non tutti siamo o siamo stati sciamani…”