Foto di repertorio

scuola-elementareSQUINZANO (Lecce) – Un riconoscimento direttamente dal Presidente della Repubblica per l’attività didattica svolta in oltre quarant’anni di servizio. Una lettera a firma di Sergio Mattarella inviata al docente di scuola elementare Mimmo Leucci. “Ho ricevuto la lettera dei genitori e degli alunni della “Edmondo De Amicis” e sono rimasto colpito dalle parole di apprezzamento che le hanno rivolto e dal sincero dispiacere che hanno manifestato per il suo prossimo collocamento a riposo” scritta il Capo dello Stato che sottolinea come “insegnare ai bambini sia importante e gratificante”.

“Per questo l’insegnamento, nella sua complessità di sistema educativo e di formazione deve essere considerato un investimento, non solo di risorse, ma di tempo, di energie e di amore e lei”, conclude il Presidente della Repubblica, “lo ha compreso pienamente”. Parole che ricalcano il pensiero degli ormai ex alunni di Leucci e dei loro genitori. Un maestro d’altri tempi. Nonostante avesse i titoli per insegnare in scuole superiori Leucci ha scelto per tutta la sua carriera di rimanere a contatto con i più piccoli.

La richiesta di un pensiero da parte del Presidente della Repubblica è arrivata dagli alunni stessi dell’insegnante. Nella missiva inoltrata al Capo dello Stato i giovani scolari tessevano le lodi del loro insegnante che  è riuscito ad abbinare lo studio con l’insegnamento dei valori autentici della vita. “Il maestro ha valorizzato la sua professionalità con estrema originalità componendo “poesie didattiche”” scrivono i giorni alunni “che ci permettessero di imparare divertendoci e facendo del gioco un vero strumento di apprendimento”. E nei giorni scorsi la lusinghiera gratificazione direttamente dal Quirinale

F.Oli.