LECCE – Aggredì con alcuni cocci di bottiglia un connazionale per sottrargli il cellulare, ma a distanza di una decina di giorni è stato identificato dai carabinieri e denunciato con le accuse di lesioni personali e rapina.

Nei guai è finito un 24enne ghanese – A.L. le sue iniziali – deferito dai militari del Norm della Compagnia di Lecce. I fatti di cui è accusato lo straniero risalgono al pomeriggio dello scorso 9 agosto, quando nel piazzale antistante la stazione ferroviaria del capoluogo salentino un ghanese di 23 anni fu colpito ad un avambraccio da un altro straniero, poi allontanatosi col suo cellulare.

Le indagini dei carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Lecce, avviate subito dopo l’aggressione, hanno consentito ai militari di risalire in breve tempo al responsabile, poi denunciato.