LECCE – Si sta rivelando un grande successo la quinta edizione delle Giornate del Lavoro, organizzate dalla Cgil Nazionale per il terzo anno consecutivo a Lecce. I dibattiti di ieri ed oggi erano gremiti di spettatori, in particolare l’inaugurazione al Teatro Apollo, le lezioni magistrali dei professori Luciano Canfora e Gian Luigi Gessa, i dibattiti su sport, infrastrutture, nuove politiche industriali e giustizia. Tutti gli eventi di oggi si sono aperti con un minuto di raccoglimento, ad un mese dal crollo del ponte Morandi. Cresce intanto l’attesa per gli eventi in programma oggi, che prevede anche un dibattito sull’Europa con il ministro per gli Affari Europei, Paolo Savona.

In quattro giorni, dal 13 al 16 settembre, sono in programma 60 eventi, tra cui 15 dibattiti e 5 lectio magistralis, 3 mostre, oltre 20 proiezioni tra film, documentari e cortometraggi, 7 concerti in piazza e 3 Aperilibro, presentazioni di libri organizzate con la collaborazione di Codice edizioni e della Treccani. Parteciperanno 63 relatori9 professori universitari.

La manifestazione si concluderà domenica 16 settembre con l’intervista di Marco Damilano (direttore de L’Espresso) al segretario generale della Cgil Susanna Camusso in piazza Sant’Oronzo (alle ore 18.30).

Per tutelare i beni architettonici che ospitano le varie iniziative, l’ingresso a tutti gli eventi sarà libero fino ad esaurimento dei posti disponibili. Sarà comunque attivo un maxischermo in piazza Sant’Oronzo per consentire di seguire i dibattiti anche a chi non troverà un posto a sedere nelle sedi degli incontri.

 

Il programma di domani, sabato 15 settembre

Dibattiti

Domani sono in programma 4 dibattiti previsti all’interno del ciclo «Parola al Lavoro» (a cura di Paolo Borrometi). Alle ore 12 (Teatro Paisiello),Tania Scacchetti, segretario confederale della Cgil, il direttore generale di Confcommercio, Francesco RivoltaPasquale Tridico (Università Roma Tre) parleranno di «Più Diritti»; modera la giornalista Laura Berlinguer. Alle 18 (ex Convento dei Teatini) si discute intorno al tema «Umani, meno automi», con Massimo Gaggi, editorialista del Corriere della Sera, Marco Gay, presidente Anitec-Assinform, Bruno Scuotto, presidente di Fondimpresa (modera il giornalista Giorgio Rizza). A Palazzo dei Celestini il ministro per gli Affari Europei, Paolo Savona, parlerà di «Di nuovo Europa» con la segretaria confederale della Cgil, Gianna Fracassi, e Innocenzo Cipolletta, presidente Assonime (modera il giornalista Roberto Mania). In serata (Palazzo dei Celestini, ore 21.30) al centro del dibattito ci sarà il tema «Lavoro dignitoso», con il sociologo docente emerito della Sapienza Domenico De Masi, con Tommaso Nannicini (Pd) e con il segretario confederale Franco Martini (modera il giornalista Paolo Baroni).

Lectio magistralis

Due lezioni magistrali consentiranno alla cittadinanza ed agli addetti ai lavori di approfondire due temi caldi. Alle 11 sarà la volta di Raoul Martinez, filosofo londinese che parlerà del tema «Creare la libertà», dal titolo della sua ultima e acclamata fatica editoriale. Il filosofo politico Carlo Galli(Università di Bologna), alle ore 17 parlerà di «Destra e sinistra nell’epoca dei populismi e dei sovranismi».

Dentro il Lavoro

Le categorie presenteranno il loro punto di vista sul tema delle Giornate del Lavoro all’interno del ciclo di incontri denominato «Dentro il lavoro» (tutte le iniziative saranno moderate da Marta Tartarini). Alle 16 nella Villa Comunale, si parlerà di «Sicurezza», dibattito a cura delel categorie Fillea, Fiom, Flai, Filctem.

 Appuntamenti culturali

Nel Castello Carlo V, alle ore 18.30 via alle proiezioni con «Giuseppe Di Vittorio» di Ansano Giannarelli (1987); alle ore 19 «Un lungo cammino»(1965), alle 20.30 Giuseppe Di Vittorio. Una vita di lotta» di Renzo Ragazzi (1987); a seguire «I fatti di Modena» (1950). All’Open Space di piazza Sant’Oronzo (ore 21.30) saranno proiettati «Cronaca – Montedison. La slute in fabbrica» con Renato Parascandolo; a seguire alle 22.30 Le Chienlit. I giorni di maggio» di Luigi Perelli (1970).

Aperilibri

La rassegna Aperilibro chiude al Caffè Cittadino (ore 20.30) con Marco Revelli, che presenterà «Populismo 2.0» (Einaudi).

Spettacoli

Alle 19 Musica Live in piazza Sant’Oronzo con Le Train Manouche. Alle 22, in piazza Libertini concerto dei Rewind.

Il programma di domenica16 settembre

Dibattiti

A chiudere la manifestazione sarà l’evento clou per iscritti e delegati della Cgil, ossia l’intervista di Marco Damilano, direttore del settimanale L’Espresso, al segretario generale della Cgil, Susanna Camusso.

Chiusura di «Parole al Lavoro» con due dibattiti. Al Castello Carlo V, alle 12.30, discuteranno di «Welfare del futuro» Alberto Brambilla, presidente del Centro studi e ricerche Itinerari Previdenziali, Maria Cecilia Guerra (Università di Modena), Domenico Proietti (segretario confederale Uil) eRoberto Ghiselli (segretario confederale Cgil); modera Attilio Romita. Alle 17.30 ai Teatini, spazio al tema «Diritto alla buona salute», con: Carlo Cottarelli, direttore Osservatorio sui Conti pubblici; Vasco Errani, vicepresidente Commissione Sanità del Senato, Massimo Scaccabarozzi, presidente di Farmindustria; Rossana Dettori, segretaria confederale (modera Carmen Santoro).

 Lectio magistralis

Chiuderà il mini-ciclo la lectio magistralis della filosofa Donatella Di Cesare: la docente dell’Università La Sapienza di Roma tratterà il tema delle «Frontiere della democrazia. Contro il sovranismo»).

Appuntamenti culturali

Domenica mattina alle 11.30 nel Castello Carlo V proiezione di Giuseppe Di Vittorio di Ansano Giannarelli (1987). A seguire «Giuseppe Di Vittorio. Voci di ieri e di oggi», documentario di Carlo Lizzani e Francesca Del Sette (1987). All’Open Space di piazza Sant’Oronzo (ore 16) «Le 150 ore», produzione di Unitelefilm Aamod (1974).

Spettacoli

Alle 22 chiuderà la serata il concerto degli Alla Bua, in piazza Libertini (ore 22).