Di Bruno Conte

CASARANO (Lecce) – Ha compiuto 100 anni il nonno di Casarano Luigi De Nuzzo e lo ha fatto nel modo migliore possibile : festeggiando con la sua bellissima famiglia e con il sindaco della città di Casarano. Ma la cosa più stupefacente sono le sue condizioni generali di salute, Luigi de Nuzzo è totalmente autonomo, fa 4 passeggiate al giorno, cucina per sé e per gli altri, mangia di tutto, ride, scherza, parla con tutti e ricorda tutto della sua a dir poco avventurosa vita…
Un fenomeno vero, incredibile…
Nato il 9 ottobre del 1918, da piccolo impara a fare il barbiere e il calzolaio ma a 20 anni deve partire in guerra…
Starà fuori per 7 lunghi anni senza mai tornare a casa.
Combatte in Grecia dal ’40 al ’43, poi cade prigioniero dei Tedeschi che lo portano a Belgrado in un campo di concentramento da cui riesce miracolosamente a fuggire con un commilitone di Taranto. Finisce a Zagabria con i partigiani dove si fa apprezzare come barbiere prima di essere ferito da una “granata” a Lubiana proprio nel giorno in cui nella sua città natale ricorre la festa della Madonna della Campana, da cui lui sostiene di essere stato miracolosamente salvato durante il bombardamento…
Riesce ad arrivare a Trieste camminando a piedi nei boschi e poi a Gorizia dove fa il barbiere con i partigiani.
Ma non è finita qui.

Lo mandano anche in Algeria con il contingente italiano a guerra già conclusa…
Torna a Casarano nel 1947 per la gioia dei suoi familiari e parte poi in Belgio per fare il minatore. Nel frattempo si sposa con Filomena che gli darà 3 figli, e dice di no ad una ragazza greca che si era innamorata di lui durante la guerra. In Belgio ci starà fino al 1961. Contrae la silicosi, la malattia dei minatori, torna a Casarano e fa il calzolaio fino alla pensione.
Una vita pazzesca…

Luigi sta benissimo e sorride e racconta a tutti la sua incredibile storia. Non ha mai fumato, mangia di tutto e cammina molto. È rimasto devotissimo alla Madonna della Campana, ogni sera prima di dormire La saluta rivolgendole una preghiera di ringraziamento guardando la collina di Casarano dove si trova la celebre chiesa a Lei intitolata. Grande sportivo tifosissimo del Casarano Calcio che segue da sempre e per cui si emoziona ancora.
Luigi ha tre figli, 10 nipoti e 8 pronipoti. L’ultima pronipote è nata nel 2018, 100 anni dopo di Lui….
E con sua moglie Filomena, scomparsa qualche anno fa, ha addirittura festeggiato 60 anni di matrimonio….
A volte ci sono vite miracolose, come quella di Luigi De Nuzzo e della sua famiglia.
Complimenti e Auguri Nonno Luigi, da tutta la Città e dalla nostra Redazione.