SALENTO – “Le notizie che giungono dai comuni di Acquarica e Presicce di Sindaci, il cui mandato scadrà il prossimo maggio, impegnati a partecipare attivamente alle scelte in vista delle prossime elezioni amministrative è un fatto gravissimo che rischia di snaturare lo strumento stesso delle elezioni”. Lo denuncia Ernesto Abaterusso, Presidente del Gruppo consiliare LeU/I Progressisti in Regione Puglia il quale ha depositato una interrogazione per fare luce sulle voci che circolano.

“Gli atti del Consiglio e della Giunta regionale – spiega Abaterusso – parlano chiaro: il nuovo Comune sarà istituito a decorrere dal 1°luglio 2019 e, a partire da quella data e sino alle elezioni regionali del 2020, le funzioni degli organi di governo del nuovo comune saranno esercitate dal un Commissario coadiuvato da un comitato consultivo composto dai sindaci in carica prima dell’istituzione del nuovo comune”. “I rappresentati dei comuni di Presicce e di Acquarica, quindi, non vengano meno a quanto stabilito dagli atti se non vogliono rischiare di inquinare gli strumenti stessi della democrazia. Voglio sommessamente ricordare che un buon amministratore deve lavorare per il bene comune e non per i propri tornaconti personali” è l’invito del Consigliere regionale.

“Tutto ciò è inaccettabile. Per questo ho presentato un’interrogazione in Consiglio regionale. Lo scopo è di chiedere una presa di posizione esplicita della Regione, il cui compito è quello di garantire il regolare iter di istituzione del nuovo comune, affinché sia fatta luce su queste voci e siano rispettate le normative vigenti. Vogliamo vederci chiaro e dipanare ogni dubbio” conclude Abaterusso.