HomeAttualitàI militari donano il sangue, riparte al "Vito Fazzi" l'iniziativa della Scuola...

I militari donano il sangue, riparte al “Vito Fazzi” l’iniziativa della Scuola di Cavalleria di Lecce

LECCE – È partita la settimana scorsa presso il Servizio Immunotrasfusionale dell’Ospedale Vito Fazzi di Lecce dove il responsabile sanitario è il Dottor Nicola Di Renzo la seconda tornata del progetto di solidarietà per la donazione di sangue promossa dalla Scuola di Cavalleria di Lecce diretta dal Generale di Brigata Angelo Minelli (nel riquadro).

L’idea partì lo scorso anno, quando il generale Minelli si fece promotore insieme a tutta la Scuola di Cavalleria di uno dei gesti più importanti veri e concreti presenti nel Salento.

Link Sponsorizzato

Donazioni in fiume, l’oro rosso messo a disposizione del nosocomio leccese, il progetto pilota comunque fu precursore di unità fra forze dell’ordine che coadiuvate anche dalla Prefettura coinvolse tutte le forze dell’ordine in una sorta di donazione comune e continua. Quest’anno gli uomini in divisa dell’esercito sono già attivi, le donazioni si protrarranno fini a venerdì, successivamente dal 10 al 12 aprile e dal 17 al 19 aprile.

Donare, commenta – soddisfatto Minelli – è un dovere sacrosanto di ognuno, io stesso sono un donatore e posso garantire che dopo ogni donazione la sensazione di pace e serenità è ancora più viva, forse perché l’unico ago veramente pungente è quello che tocca la coscienza. Perciò io e tutta la squadra vogliamo dare il nostro contributo , anche perché nel nostro sangue esiste un grande valore chiamato : aiuto , tutelare glia altri , garantire loro la sicurezza della vita, cercando di essere così il valore aggiunto alla società , senza clamore di apparire , ma piuttosto spiegando che l’importante è far comprendere agli altri, quanta gioia si può provare donando un poco del proprio sangue, quanta felicità può dare la consapevolezza che quel sangue andrà in  aiuto di un fratello sconosciuto che non saprà mai chi  ringraziare personalmente, ma saprà che senza questo gesto di solidarietà la sua vita sarebbe cambiata.

Link Sponsorizzato

Il mio appello resta sempre lo stesso: rispondere in massa alla crescente necessità di sangue che arriva dalle strutture sanitarie, non si può rimanere spettatori indifferenti di fronte alle necessità della quotidianità che si manifestano. Pertanto la mobilitazione di donare in fiume è stata pensata in forma collettiva”. Contestualmente alla donazione di sangue gli uomini e le donne della Scuola di Cavalleria stanno facendo una raccolta di generi alimentari, per dare ancora un contributo vero e tangibile sul territorio.  In una cerimonia ufficiale poi a fine mese, durante la celebrazione di San Giorgio, Santo Patrono dei militari, il tutto sarà consegnato alla Caritas di Lecce.

 

Maria De Giovanni

 

Link Sponsorizzato

Ultime Notizie