SANNICOLA/ OTRANTO (Lecce) – A spasso in auto con la cocaina. Mentre uno è stato subito fermato ed arrestato, l’altro è stato bloccato solo al termine di un inseguimento, nel corso del quale è riuscito a disfarsi della droga che aveva a bordo, evitando così le manette.

È accaduto tra Sannicola e Otranto, dove i carabinieri hanno arrestato un 45enne di Tuglie e denunciato un 42enne di Santa Cesarea Terme, attualmente ai domiciliari con permesso di allontarsi dalla stessa per motivi di lavoro, con le accuse di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

A Sannicola, i carabinieri del Nor – Aliquota radiomobile della Compagnia di Gallipoli hanno arrestato in flagranza di reato il 45enne Fabio Toma, sorpreso a bordo della sua Yaris con una dozzina di grammi di cocaina.

I militari hanno fermato l’uomo per un controllo stradale e durante la perquisizione hanno scovato 12 grammi di sostanza pura. La successiva perquisizione estesa anche presso la sua abitazione, inoltre, ha consentito di ritrovare un bilancino di precisione e vario materiale per il confezionamento delle dosi. Toma è stato pertanto arrestato e ristretto ai domiciliari.

Se l’è cavata soltanto con una denuncia, invece il 42enne C.D.R. Intercettato per le strade di Otranto al volante di un’Alfa 147, l’uomo ha ignorato l’alt dei militari e si è dato alla fuga, ma è stato inseguito e raggiunto subito dopo, per poi essere definitivamente bloccato. Addosso aveva residui di stupefacente, verosimilmente cocaina, di cui lo stesso si era probabilmente disfatto durante l’inseguimento coi militari.