LECCE – Il Festival Sabir racconta le culture mediterranee, si parla dei problemi delle nazioni a sud del Salento, che ci riguardano non solo per le ondate migratorie. In Africa scoppiano guerre sempre più vicine all’Italia: ultimamente in Libia. Susanna Camusso, leader della Cgil, non poteva mancare all’appuntamento in cui si parla di democrazie e diritti sindacali. Abbiamo intervistato la segretaria del più importante sindacato italiano (per numero di iscritti), che ha bacchettato l’Europa e il governo. L’accusa è di strabismo, “perché le migrazioni non si possono fermare e quelle interne (nello stesso continente) non sono state gestite bene”. C’è stato il tempo, nell’intervista realizzata dal direttore Gaetano Gorgoni, di discutere di reddito di cittadinanza e salario minimo. La Cgil ritiene necessario intervenire contro la povertà, quindi la misura che è il cavallo di battaglia del Movimento 5 Stelle va bene, ma Susanna Camusso boccia l’attuazione: “Molto deludente nei fatti, per tante persone”.