MARTANO (Lecce) – Si terrà domani 18 luglio, a Martano, l’evento “Acqua Pubblica, Beni Comuni e Grandi Opere”, organizzati dal Coordinamento Puglia del Comitato Beni Comuni “Stefano Rodotà” e dal Comune di Martano, la raccolta firme per la Legge di Iniziativa Popolare sui Beni Comuni.

L’appuntamento è previsto per le ore 19:00 presso Piazza Caduti in via Pomelio e in caso di pioggia l’evento sarà spostato presso la Sala “Karol Wojtyla” in Piazza Caduti. All’incontro interverranno il Professore Raffaele Di Raimo, docente di Diritto Civile dell’Università del Salento, il Professore Ugo Mattei, docente di diritto Civile presso l’Università di Torino e di diritto internazionale e comparato presso l’Hastings College of the Law dell’Università di California nonché presidente del Comitato “Stefano Rodotà” e il Sindaco del Comune di Melendugno, Marco Potì. Modererà il Sindaco di Martano, Fabio Tarantino dopo i saluti inziali dell’Avvocato Michela Petrachi e del Dottor Marco Termo, consigliere comunale del Comune di Martano con delega ai Beni Comuni.

Gli ospiti discuteranno del tema “Acqua Pubblica, Beni Comuni e Grandi Opere” e durante l’incontro si procederà con la raccolta firme per la Legge di Iniziativa Popolare nata nella Commissione presieduta dal Prof. Rodotà e ripreso integralmente dal Comitato Popolare Difesa Beni Pubblici e Comuni “Stefano Rodotà”.

L’incontro a Martano si inserisce nel ciclo di eventi programmati in tutta Italia dal Comitato Rodotà negli ultimi mesi. Le iniziative si prefiggono due importanti obiettivi: raccogliere un milione di firme per la Legge di Iniziativa Popolare e costruire una Società di Mutuo Soccorso tra generazioni presenti e future con azioni da 1 euro, acquisibili una tantum da ogni persona fisica o giuridica durante e dopo la raccolta firme.

La legge, il cui testo è stato ripreso integralmente dal d.d.l. della Commissione Rodotà, mira a riformare la disciplina dei beni contenuta nel Codice Civile, introducendo la distinzione tra Beni Comuni, Beni Pubblici e Beni privati e la loro tutela, nella salvaguardia dell’ambiente, dei boschi, delle acque, dell’aria e dell’acqua, per le generazioni future. In occasione dell’evento, verrà organizzata anche la raccolta firme per la Legge di Iniziativa popolare e la sottoscrizione delle azioni della Società di Mutuo Soccorso.