LECCE – Ieri sono scoppiate le polemiche per le multe di fronte al cinema Massimo. Ma gli automobilisti e un avvocato che si sono rivolti ai giornali sono dalla parte del torto. In quella zona, infatti, vengono sempre elevate multe, perché c’è prima un segnale di divieto di sosta e poi un segnale di parcheggio per carico e scarico. Più di qualcuno ha pensato di fare il grattino e andar via a cuor leggero, ritrovandosi una multa qualche minuto dopo. I vigili non perdonano nelle zone centrali, altrimenti il traffico sfuggirebbe di mano. Dunque, la segnaletica non è in contraddizione: chi ha protestato non ha scuse.

Nessuna possibilità di ricorso. Il divieto di sosta finisce a un certo punto e c’è il parcheggio per il carico e scarico, ma anche lì fioccano le multe, perché è una postazione riservata a chi scarica merce nei negozi circostanti. Ignoranza legis non excusat.