LECCE – Ci sarà Il premier Conte, i ministri Boccia, Provenzano e Bellanova, ma anche il musicista Ezio Bosso. Istituzioni presenti al completo, 800 delegati Cgil, 2400 partecipanti verranno a Lecce per “Le Giornate del Lavoro” in cui si parlerà del cambiamento. Il sindacato dà una grande mano al turismo congressuale leccese ripetendo l’evento nella stessa città salentina. “Vogliamo dialogare e confrontarci sulle politiche del lavoro necessarie a rilanciare il nostro paese, ma con rispetto di chi non la pensa come noi. Quello che è successo a Pontida spero che non accada mai più – spiega la segretaria provinciale leccese della Cgil, Valentina Fragassi – Le Giornate del Lavoro sono una festa che riguarda tutta l’Italia: ci sono eventi a Bologna e a Roma, perché noi crediamo in un paese unito che non mette prima qualcuno, ma che fa camminare tutti insieme in un percorso di crescita”.

“Il cambiamento si ottiene con il confronto. – spiega il segretario regionale Cgil, Pino Gesmundo – Facciamo dei dibattiti pubblici per far partecipare i cittadini. È una grande occasione che si gioca a Lecce per cambiare attraverso la partecipazione e le idee”. Entusiasmo espresso anche da parte del sindaco Carlo Salvemini e dell’assessore alla Cultura, Loredana Capone, che hanno dato il loro contributo per l’organizzazione dell’evento (cliccate sull’immagine per ascoltare le loro dichiarazioni).

Da venerdì 20 settembre a domenica 22 settembre dibattiti, incontri, musica e talk con i più importanti giornalisti televisivi: Mentana, Lucia Annunziata, Mieli, Santoro e altri. Tutto è pronto per il dibattito che riguarda lo sviluppo del sud: il mantra è mettere in rete università e formazione e investire in innovazione sviluppo e ricerca.

Il programma della manifestazione, intitolata “Il Cambiamento è”, prende il via alle ore 17.30 di venerdì 20 settembre nel Teatro Apollo, alla presenza, tra gli altri, del ministro per il Sud e la coesione territoriale, Giuseppe Provenzano. Tra i principali eventi: venerdì 20 settembre l’intervista condotta dal direttore dell’Huffington Post, Lucia Annunziata, ai segretari generali di Cgil, Cisl, Uil,Maurizio LandiniAnnamaria Furlan e Carmelo Barbagallo (ore 21, Piazza Duomo); sabato 21 settembre i dibattiti con la ministra delle Politiche Agricole, Teresa Bellanova (ore 10, teatro Apollo) e con il ministro degli Affari Regionali e delle Autonomie, Francesco Boccia (ore 18.30, ex convento dei Teatini); domenica 22 settembre ci sarà il dialogo tra il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, e il leader della Cgil, Maurizio Landini (ore 12, Teatro Apollo). Domenica sera è in programma anche un dibattito sulla libertà di stampa con la partecipazione di Enrico Mentana, Paolo Mieli, Michele Santoro, Agnese Pini , Marco Tarquinio e Claudio Scamardella.
Tutti gli eventi delle Giornate del Lavoro potranno essere seguiti su Cgil.it grazie alle dirette realizzate da RadioArticolo1, e agli articoli di cronaca e di approfondimento curati da Rassegna.it. Sarà inoltre possibile seguire in tempo reale gli appuntamenti in programma sui profili social della Cgil nazionale (Facebook, Twitter, Instagram).