NARDO’ (Lecce) – Si chiama “Chiamatemi per nome”, il cortometraggio di un giovane aspirante regista e attore neritino dalle origini napoletane. Dino Asfaldo, 22enne, di Nardò, è riuscito a realizzare un cortometraggio contro il bullismo a zero budget, con una storia molto emozionante. Lui ha la passione per il cinema e le serie televisive. Sin da piccolo coltiva questo sogno nel cassetto e speriamo che riesca a realizzarlo quanto prima.
Con questo corto ha incuriosito e emozionato molte persone ed è riuscito a rientrare nel concorso per il festival David di Donatello 2020 .