LECCE – Giampaolo Scorrano continua a incalzare la maggioranza sulla questione Darsena di San Cataldo:  “Come da accordi intercorsi martedì scorso durante il Consiglio Comunale, tra sottoscritto, vice sindaco, pescatori ed ispettori della DIGOS, questa mattina si è tenuta la Commissione XI di Controllo sulla Darsena il cui scopo doveva essere quello di dare risposte certe e concrete circa lo stato dei lavori del cantiere.

Purtroppo non è stato possibile fornire i doverosi chiarimenti ai pescatori (presente Franchino insieme agli ispettori della digos che ringrazio per la pazienza e per la disponibilità) in quanto il vice sindaco ed assessore ai LLPP ha fatto pervenire una nota allo scrivente con cui ha eccepito un ipotetico difetto di competenza della Commissione XI di controllo, disertando di fatto i lavori.

Ora, premesso che andranno chiariti formalmente i ruoli e le competenze delle commissioni di controllo e garanzia, fa specie che tale “difetto” sia stato eccepito solo oggi, dopo ben cinque commissioni aventi ad oggetto la Darsena e, soprattutto, dopo che la convocazione odierna era stata concordata con lo stesso assessore alla presenza dei pescatori e degli ispettori della Digos.

Papa Pio XI disse che “a pensar male si rischia di far peccato ma spesso si indovina”; dopo la cancellazione d’ufficio della commissione di martedì scorso (programmata 15 giorni prima) e la diserzione di quella odierna concordata pubblicamente, ritengo che ci sia davvero ben poco da pensare.

Nonostante tutto quanto sopra descritto, la Commissione ha proseguito ugualmente i lavori dando la possibilità a Franchino di esporre quelle doglianze che avrebbe voluto partecipare al Consiglio Comunale di martedì scorso con il triste epilogo che tutti conosciamo.

Dopo aver preso coscienza della situazione della Darsena e di Franchino, pur cercando di delegittimare la Commissione XI di controllo ed avocando la competenza alla commissione 4^ LLPP, tutti i commissari si sono detti molto colpiti e particolarmente interessati a fare chiarezza con urgenza sulla Darsena.

La senatrice Adriana Poli Bortone ha proposto, allora, di presentare una mozione che impegni il Sindaco e la Giunta a prevedere in bilancio le somme adeguate per indennizzare i pochi pescatori rimasti per il danno cagionato sino ad ora e fino alla riconsegna della Darsena alla Città.
La mozione, predisposta sul momento, è stata immediatamente firmata da tutti i consiglieri di minoranza ed anche da due colleghi di maggioranza che tengo a ringraziare personalmente.
Domani il sottoscritto provvederà a consegnare una copia della stessa a tutti gli altri consiglieri di maggioranza confidando che, sul tema della dignità dell’uomo e del diritto al lavoro, la mozione trovi unanime consenso.

In ultimo, pur non condividendo le eccezioni sollevate sulla competenza, lo scrivente ha fornito la propria disponibilità a convocare la propria Commissione XI di Controllo in forma congiunta con la 4^ Commissione LLPP, con oggetto la Darsena di San Cataldo, già per questa settimana.
L’importante, infatti, è fornire ai cittadini le doverose risposte e risolvere i problemi che, purtroppo, continuano ad interessare il cantiere nonostante i ripetuti annunci e proclami del vice sindaco.

Le luci accese dalla Commissione XI di Controllo sul cantiere della Darsena si spegneranno solo quando la stessa sarà completata e restituita ai leccesi”.