GALLIPOLI – Una paziente del Sacro Cuore è stata trasferita al DEA: è una settantenne che nel pomeriggio è risultata positiva. Continuano a cedere le prime linee negli ospedali: due infermieri (di cui una trentenne) e un paziente (ultrasettantenne) sono i nuovi contagi che apprendiamo nella serata direttamente dal sindaco Stefano Minerva, che in queste ore lavora senza sosta per tamponare l’emergenza. In totale ci sono 12 operatori sanitari gallipolini positivi al SARS- CoV-2, più 5 di altri paesi. La situazione è difficile, perché per ogni contagio scattano decine di quarantene e il personale diminuisce.

L’emergenza scoppia anche al Vito Fazzi di Lecce, dove, secondo fonti mediche, Medicina rischia di chiudere per via delle quarantene. Un paziente e due infermieri (che però non è chiaro di quale reparto facciano parte) sono contagiati. Questi numero si aggiungono a quelli di medici e operatori contagiati nei giorni scorsi, ai quali aggiungere tutti quelli in quarantena. La situazione si fa sempre più delicata, ma dall’Asl rassicurano che la situazione è sotto controllo. Il problema è che tutti gli ospedali rischiano di diventare focolai e la guardia deve restare altissima.