NOCIGLIA -“…E arriverà…Il sapore del bacio più dolce e un abbraccio che ti scalderà…”. “Ora però indossiamo le mascherine!”. È l’appello del sindaco Massimo Martella, che però annuncia la buona notizia: “4000 mascherine per la mia Nociglia! Cari amici, sono ancora qui in Comune con i miei consiglieri.

Siamo al lavoro incessantemente da ieri per organizzare la distribuzione delle mascherine a tutte le famiglie e alle attività commerciali presenti sul territorio. Le 4000 mascherine sono state donate al Comune di Nociglia dal sig. #Fabio, nostro concittadino, titolare del negozio #HONG_KONG_srl, al quale sento di dover rivolgere un sincero, caloroso e sentito ringraziamento da parte di tutta la comunità nocigliese, da estendere anche al suo staff.

Questa sua donazione, oltre al grande gesto di gratuita generosità, assume anche un valore importante, alla luce della seria difficoltà a reperire le mascherine ed è per questo che abbiamo scelto di condividerle con tutti i cittadini, in modo uguale. La preparazione dei kit richiede molto tempo, perché, come è doveroso, abbiamo voluto garantire la più attenta e accurata manipolazione delle mascherine e delle buste, preventivamente sanificate. Inoltre, anche gli ambienti del mio ufficio comunale sono stati accuratamente sanificati prima di procedere alle operazioni di confezionamento. Vi chiediamo di pazientare ancora e di restare a casa perché provvederemo noi a recapitarle con tutte le accortezze previste dal DPCM vigente: la distribuzione avverrà domani GIOVEDI’ 26 marzo, attraverso la rete di volontari del nostro centro operativo comunale COC. Consegneremo un kit ad ogni nucleo familiare (ogni confezione contiene una mascherina per ogni componente, con una dotazione minima di due, per chi vive solo) e alle attività commerciali presenti sul territorio nocigliese.

 

Inoltre sarà consegnata anche una dotazione alle stazioni dei Carabinieri di Nociglia e di Poggiardo, come segno di ringraziamento per l’attività di controllo e di monitoraggio del territorio, che svolgono con coraggio, attenzione, prontezza e abnegazione.

Purtroppo non sappiamo quanto ancora dovremmo resistere in questa situazione così difficile, ma finita questa emergenza, avremo tutto il tempo di recuperare le cose non fatte in queste settimane, perciò adesso continuiamo a comportarci come stiamo facendo, da persone serie, responsabili e di buon senso.

Torneremo alla normalità, torneremo a lavorare, i nostri figli torneranno sui banchi di scuola, torneremo ad abbracciarci, torneremo a riempire le panchine della villa e della piazza… torneremo alla nostra vita di sempre.

Ma ora #RESTIAMO_A_CASA.
CONTO SU DI VOI.
UNITI CE LA FAREMO.
ANDRÀ TUTTO BENE!
Perché questa partita la giochiamo insieme e solo insieme la possiamo vincere”.