PUGLIA – In diverse regioni i governatori hanno scelto di dare un po’ di ossigeno rinviando la tassa del bollo (onerosa e ingiusta già in periodi normali, figuriamoci durante una pandemia!). Ora è in atto una moral suasion sulla Puglia.

“Riscontriamo un’assenza di interesse da parte della Regione Puglia circa il rinvio delle scadenze amministrative relative al settore automibilistico, in particolare del bollo auto che è di competenza regionale e che già molte regioni hanno provveduto a rinviare. Per questo chiediamo al presidente Michele Emiliano, anche su sollecitazione di molti pugliesi, di risolvere quanto prima il disagio a cui i cittadini sono costretti in questo particolare momento di crisi economica – dichiarano  i consiglieri regionali di Fratelli d’Italia –

Basterebbe un po’di empatia per comprendere che negli ultimi mesi l’utilizzo delle autovetture sia notevolmente cambiato e, pertanto, il bollo auto è già di per sé una spesa aggiuntiva per le tasche dei cittadini, senza contare che, con gli uffici ACI non ancora del tutto operativi, molti potrebbero andare incontro a sanzioni”.