PUGLIA – Ormai è deciso: anche in Puglia si voterà a settembre, nonostante il governatore abbia tentato di fare andare al voto i pugliesi a luglio. C’era un asse di governatori disposti a monetizzare la super esposizione dovuta alle dirette Facebook per gli aggiornamenti sulla pandemia.“Michele Emiliano può rassegnarsi definitivamente. Il voto a luglio era solo nella sua testa e in commissione non se ne discute nemmeno. Anche la Lega ci ha rinunciato ed è dunque fallito questo strano asse. La data del 20-21 settembre rappresenta invece una soluzione ragionevole e dimostra l’apertura al dialogo della maggioranza al dibattito che si è tenuto in commissione”: lo dichiara Giuseppe Brescia, presidente della commissione Affari Costituzionali della Camera e deputato pugliese del MoVimento 5 Stelle.

Per Antonella Laricchia, consigliera regionale e candidata presidente del MoVimento 5 Stelle, “da un lato Emiliano vuole votare prima possibile illudendosi di trattenersi sulla poltrona, dall’altro il centrodestra è diviso e vorrebbe altro tempo per capire che pesci prendere. Tutti pensano al proprio orticello, solo dal MoVimento 5 Stelle arrivano soluzioni nell’interesse della salute dei cittadini”.