di Gaetano Gorgoni

LECCE – Nessuna sorpresa per quanto riguarda le commissioni a Palazzo Carafa. Il centrodestra si prende tutto e non concede nulla al centrosinistra. L’unica presidenza di Commissione Controllo disponibile viene assegnata a Fabio Valente del Movimento 5 Stelle. Il gruppo di Grande Lecce era disponibile a cedere una presidenza o due al centrosinistra, ma il resto della coalizione ha scelto la linea dura. “Abbiamo votato secondo la volontà della nostra coalizione – chiarisce il capogruppo Antonio Finamore – Volevamo evitare polemiche, anche se qualcosa poteva essere concesso al centrosinistra”. Il risultato è che le commissioni hanno tutte dei presidenti di centrodestra, tranne la decima di controllo. L’unica variazione è lo scambio tra Monosi e Messuti: il primo andrà a presiedere la commissione Bilancio e il secondo quella Urbanistica. Il centrosinistra, con l’arrivo dei nuovi consiglieri di centrodestra, è in minoranza. La Commissione undicesima, sempre di controllo, è toccata ad Alberto Russi di Grande Lecce.

“Governare con la cosiddetta ‘anatra zoppa’ significa – anche – dover accettare la situazione di undici presidenti di commissioni consiliari espressione dell’attuale maggioranza. le nove permanenti e le due di controllo – commenta Carlo Salvemini – Un’alterazione dello spirito del regolamento che prevede in proposito il rispetto dei rapporti di forza in consiglio comunale. Che quando fu scritto non tenne conto di questa remota possibilità, evidentemente. Si sarebbe potuto rimediare a questa anomalia affermando un normale principio di buon senso istituzionale. Che stamattina s’è deciso di ignorare. Prendiamo atto e andiamo avanti. A tutti i neo presidenti l’augurio di buon lavoro”. Intanto, si cominciano a delineare meglio anche le strategie dei gruppi di Palazzo Carafa per il bilancio. Finamore ha già spiegato al nostro giornale che, se la squadra di Salvemini accetterà il suo emendamento (un intervento di 500 mila euro per Frigole), voterà sì. C’è un gruppo di intransigenti, invece, che preferisce far cadere subito l’attuale sindaco.

Ieri, Salvemini ha aperto al centrodestra con l’invito a sottoscrivere un “patto per Lecce”. I consiglieri di Grande Lecce hanno già incontrato il sindaco: nei prossimi giorni toccherà agli altri. Al di là delle dichiarazioni di facciata, sono sempre di più i consiglieri disposti a mettere una stampella in favore dell’anatra zoppa. 

Ecco i consiglieri di maggioranza che si occuperanno delle varie commissioni, con le presidenze già assegnate, secondo lo schema del centrodestra:

— Commissione I Bilancio, personale, programmazione e tributi:

Presidente Attilio Monosi

Vicepresidente Messuti. Componenti di centrodestra: Perrone, Calò e Battista.

– Commissione II (Traffico)

Presidente Giorgio Pala

Vicepresidente Calò. Componenti di centrodestra: Battista, Gigante, De Benedetto.

– Commissione III (Urbanistica)

presidente Gaetano Messuti, vicepresidente Monosi

Battista, Perrone, Calò

– Commissione IV (Lavori Pubblici)

Luca Pasqualini (presidente), vicepresidente Guido

Battista, Calò, Giordano

– Commissione V (Servizi Sociali)

Presidente Bernardi Monticelli Cuggiò, vicepresidente Giorgio Pala

Componenti di centrodestra: Battista, Tondo, Calò

– Commissione VI (Attività produttive)

Presidente Federica De Benedetto, vicepresidente Battista

Pasqualini, Monosi, Calò

– Commissione VII (Pubblica Istruzione)

Presidente Paola Gigante, vicepresidente Messuti

Pala, Calò, Battista, Valente (M5S)

– Commissione VIII (Affari Generali e istituzionali)

Presidente Michele Giordano, vicepresidente Valente M5S

Gigante, Calò, Battista

– Commissione IX (Ambiente)

Presidente Andrea Guido, vicepresidente Russi

Battista, Pala, Pasqualini

– Commissione X (Commissione Controllo Programmazione)

Presidente Fabio Valente, vicepresidente Calò

Giordano, Battista, Finamore

– Commissione XI: (Controllo conformità atti)

Presidente Alberto Russi, vicepresidente Pala

Valente, Calò, De Benedetto

Ecco, invece, la ripartizione nelle Commissioni dei consiglieri di centrosinistra:

1.BILANCIO;​​ 2.TRAFFICO;​​3.URBANISTICA;​ 4.LAVORI PUBBLICI​:
TORRICELLI (PD)​; ​SPAGNOLO (UBSPL);
PATTI (LCP); ​​MARIANO (LCP); MOLENDINI (LCP); ​PATTI (LCP);
RIA (PD)​​; MURRI (LCP); ​​FRAGOLA (AO); MARIANO (LCP);
GIANNOTTA (AL)​; DE MATTEIS (SL); ​RIA (PD)​​;

5.SERVIZI SOCIALI; ​6.ATTIVITA’ PROD.​7.CULTURA​​; 8.STATUTO;​​
MURRI (LCP); ​​PATTI (LCP); ​​GIANNOTTA (LCP)​; PATTI (LCP);
MARIANO (LCP)​​; TORRICELLI (PD)​;MARIANO (LCP)​​;
RIA (PD)​​; MURRI (LCP); ​​​ROTUNDO (PD)
FRAGOLA (AO); ​​DE MATTEIS (SL)​RIA (PD)​​NUZZACI (UDC)

9.AMBIENTE; ​​10.CONTROLLO; 11. CONTROLLO:
MARIANO (LCP)​​MARIANO (LCP)​​MURRI (LCP)
TORRICELLI (PD)​MURRI (PD)​​PATTI (LCP)
SPAGNOLO (UBSPL)​TORRICELLI (PD)​RIA (PD)
NUZZACI (UDC)​​BIANCO (PUGLIA+)​BIANCO (PUGLIA in Più).

Garcin