di C.T.

ARNESANO (Lecce) – Nuovo raid incendiario ad Arnesano. Dopo l’incendio (il secondo in pochi mesi) dell’auto del comandante della Polizia Municipale del paese, le fiamme hanno “divorato” due autocompattatori della ditta “Igeco”, adibiti alla raccolta dei rifiuti solidi urbani. Entrambi i mezzi, nuovi di zecca, erano impiegati per la raccolta dei rifiuti nel comune di Monteroni e sono andati completamente distrutti.

Il rogo è divampato circa mezz’ora dopo l’una della scorsa notte all’interno della sede operativa della “Igeco”, in via Fitto, quando è stato richiesto l’intervento dei vigili del fuoco del comando provinciale di Lecce. I danni arrecati dalle fiamme, ingenti, sono in corso di esatta quantificazione.

Le indagini per fare luce sull’episodio sono affidate ai carabinieri della stazione di Monteroni, già al lavoro per individuare i responsabili del duplice attentato incendiario ai danni del comandante della polizia locale.

<<Questa notte è stato compiuto l’ennesimo atto incendiario – ha dichiarato, interpellato dalla nostra redazione, il sindaco di Arnesano Emanuele Solazzo – I mezzi erano in una struttura il cui utilizzo è riservato all’Igeco, all’interno della loro sede operativa. Non credo che questa volta l’attentato incendiario sia rivolto contro di noi, che comunque abbiamo subito danni alle nostre auto nei giorni scorsi a causa di altri raid incendiari. Nello stesso spiazzo era parcheggiato anche un mezzo comunale: se avessero voluto “farci del male” lo avrebbero incendiato>>.

<<Ho già scritto al Prefetto di Lecce Claudio Palomba – continua il primo cittadino – e attendiamo una sua convocazione: i casi aumentano. La criminalità sta alzando il tiro: si verificano anche furti negli appartamenti di giorno. È emergenza sicurezza. È preoccupante. Anche le modalità dell’incendio della scorsa notte fanno preoccupare: sono stati incendiari due mezzi nuovi che erano sul lato della strada>>.