SALENTO – Un albergatore del basso Salento finisce nei guai per essersi impossessato dei dati della carta di credito di una cliente ed avere effettuato acquisti personali per circa mille euro. I carabinieri della stazione di Santhià, in provincia di Vercelli, hanno denunciato a piede libero un 46enne salentino, gestore di una struttura ricettiva in una delle marine di Salve.

Confidando che la vittima della truffa – una 40enne vercellese in vacanza nel Salento – avrebbe scoperto l’ammanco qualche giorno dopo, magari confondendolo con spese connesse alla vacanza, l’uomo avrebbe utilizzato i dati della sua carta di credito, per effettuare acquisti online a spese della malcapitata.

Scoperto l’ammanco sul suo conto corrente, la vittima ha così sporto denuncia ai carabinieri, che nel giro di un paio di mesi sono riusciti a risalire al responsabile e a denunciarlo, con l’accusa di indebito utilizzo di carta di credito.