CASTRIGNANO DEI GRECI (Lecce) – Picchiato e poi accoltellato ad un gluteo all’esterno della discoteca Covo 85 a Castrignano dei Greci. Vittima: un 19enne di Carpignano Salentino ricoverato nella notte presso l’ospedale di Scorrano con una prognosi di 20 giorni. L’episodio di movida violenta si è verificato intorno alle 4.30. Il giovane, stando ad una prima sommaria informazione, era appena uscito dal locale e si stava dirigendo al parcheggio insieme ad alcuni amici. Improvvisamente è stato avvicinato da un gruppo di facinorosi con intenzioni per nulla amichevoli.

Il giovane, un disoccupato, è stato accerchiato, picchiato con calci e pugni su tutto il corpo. Poi dalla tasca di uno dei suoi aggressori è spuntato un coltello con cui il 19enne è stato ferito al gluteo con la più classica delle punzonature. Subito dopo il branco si è allontanato mentre gli amici del giovane hanno prontamente accompagnato il ragazzo in ospedale dove i medici hanno accertato escoriazioni varie (tra cui vari traumi facciali) guaribili in una ventina di giorni. La coltellata non preoccupa. Più gravi i segni per il pestaggio.

A breve la vittima verrà ascoltata dagli investigatori. Al lavoro i carabinieri della stazione di Martano insieme ai colleghi della sezione operativa di maglie (la vecchia Aliquota operativa). Non è ancora chiaro cosa abbia scatenato tanta violenza. Un litigio pregresso nella discoteca poi “regolato” all’uscita? Qualche parola di troppo mentre i gruppetti raggiungevano il parcheggio? Un aiuto alle indagini potrebbe arrivare dalla visione delle telecamere di videoregistrazione installate nella discoteca che verranno acquisite dai carabinieri in queste ore.

Di certo gli episodi di microcriminalità stanno tornando di stringente attualità nei week-end nel Salento. Appena sabato scorso due aggressioni si erano registrate nel capoluogo salentino nel cuore dei locali della movida.