Foto Biagio Cretì

TORRE DELL’ORSO – Il maltempo rischia di cambiare i connotati alle bellissime rocce bagnate da uno dei più bei mari del Salento. Ancora un crollo, dopo quello di San Foca e Sant’Andrea: questa volta è toccato a Torre dell’Orso. Si stanno studiando da anni interventi per neutralizzare la devastante forza del mare: in genere si procede con enormi massi da piazzare nel mare qualche metro prima delle rocce a rischio.

“Ci sono dei lavori in corso nella zona ‘MBrufico’, ci sono già stati degli interventi finanziati dalla Regione Puglia, ma la ditta incaricata ha avuto dei problemi e non ha portato a termine i lavori – ha spiegato il sindaco Marco Potì al telefono- Il contratto è stato rescisso. Ora dobbiamo individuare una nuova azienda per collocare delle rocce che blocchino la violenza delle onde. Si interviene solo se c’è pericolo per proprietà, monumenti e persone”.

Foto Biagio Cretì