TAVIANO (Lecce) – Scoperto da alcuni fedeli mentre rubava i soldi contenuti nella cassetta delle offerte, si è dato alla fuga a bordo di un’auto facendo perdere momentaneamente le sue tracce, ma le indagini dei carabinieri hanno presto consentito di risalire alla sua identità e lui è finito nei guai con l’accusa di furto aggravato.

Si tratta del 48enne L.F., nativo di Torre del Greco (Napoli), ma residente a Racale, denunciato a piede libero dai carabinieri della stazione di Taviano.

I fatti di cui è accusato il napoletano risalgono alla mattinata di ieri, quando attorno alle 8.30 si è introdotto nella chiesa “Beata Vergine Immacolata” situata in via Immacolata, nella “Città dei fiori”, e si è subito diretto verso la cassetta delle offerte da cui ha asportato circa 100 euro.

Il furto è stato compiuto sotto gli occhi di alcuni increduli fedeli, che hanno subito allertato i carabinieri, dopo avere visto fuggire il ladruncolo a bordo di una Fiat Stilo. Le rapide indagini dei militari, supportate anche dalle testimonianze dei presenti, hanno presto consentito di risalire all’autore del furto sacrilego, poi rintracciato presso la propria abitazione. E per lui è così scattata la denuncia.