LECCE – “Gli animali rappresentano una ricchezza per le famiglie leccesi e per la città tutta. Dobbiamo prendercene cura con politiche che rendano Lecce una città che sia loro amica. Con maggiori servizi e infrastrutture, con maggiore collaborazione tra gli uffici del Comune, la Asl e la rete dell’associazionismo animalista riconosciuto.” Lo dichiara Carlo Salvemini sulle politiche del randagismo e della tutela degli animali.
“Pochi mesi fa sono ripartiti i lavori di completamento del nuovo canile comunale in contrada Caracci Repelle: una infrastruttura che ospiterà sia il canile rifugio che il canile sanitario e ci consentirà di avere un punto di riferimento fondamentale, in cui prenderci cura dei cani, sperimentare pratiche di socialità e incentivare le adozioni con vantaggi sul pagamento delle imposte comunali.
Le sfide più immediate da affrontare con la prossima amministrazione riguardano il miglioramento della manutenzione e della funzionalità dei Dog Park comunali, dei quali vorremmo affidare la gestione ad associazioni animaliste. Vogliamo migliorare il benessere dei gatti nei quartieri e nei rioni della città, collaborando con le associazioni che se ne prendono cura, come abbiamo fatto nei nostri 18 mesi, per migliorare il decoro dei ricoveri temporanei collocati negli spazi pubblici, e cominciare a progettare il gattile comunale nella struttura dove sorgeva l’ex canile sanitario, oggi dismesso. Dobbiamo migliorare il servizio di soccorso agli animali feriti, comunicarlo meglio, rendendolo più chiaro e accessibile ai cittadini che si trovano a soccorrere animali feriti per le strade della città”.