LECCE/ MELENDUGNO – Continua l’offensiva dei carabinieri contro lo spaccio di droga, tanto in città quando in provincia.

Nel capoluogo, nei guai è finito il 24enne brindisino Francesco Davide Pagano, nato a Brindisi ma residente a Lecce, già noto, arrestato in flagranza di reato nella serata di ieri dai militari del Norm della Compagnia di Lecce.

Nel corso della perquisizione nella sua abitazione, i carabinieri hanno rinvenuto – sparsi sull’armadio e sul comodino – complessivamente oltre 200 grammi di marijuana. Per Pagano sono scattati gli arresti domiciliari.

In carcere è stato invece accompagnato il 40enne Antonio Leo, già sottoposto agli arresti domiciliari a Melendugno: nella sua abitazione, i militari hanno rinvenuto invece oltre un chilo di cocaina (quasi 1033 grammi), materiale per il confezionamento delle dosi e due cellulari, che sono stati tutti sequestrati. Leo, sentito il parere del pubblico ministero di turno, è stato ristretto presso la casa circondariale di Lecce.