PUGLIA – Silvana Leo è stata eletta coordinatrice del CIPOMO per la Puglia. L’incarico le è stato affidato dal Collegio Italiano dei Primari Oncologi Medici Ospedalieri nel corso del XXIII Congresso Nazionale, in svolgimento proprio a Lecce dal 16 al 18 maggio, imperniato sul tema dell’evoluzione della Medicina oncologica attraverso il sorprendente sviluppo tecnologico e la marea di informazioni che da esso proviene.

La dottoressa Leo, dal gennaio scorso, è direttore dell’Oncologia medica del “Vito Fazzi” di Lecce ed è impegnata in prima linea sul fronte del potenziamento della Rete Oncologica Pugliese che ha proprio nel Polo Oncologico leccese uno dei suoi principali CoRO, Centri di Orientamento Oncologico, vero snodo nevralgico del nuovo modello di presa in carico globale dei pazienti oncologici.

Il CIPOMO – si legge nel comunicato dell’Asl Lecce – è un’associazione senza fini di lucro di cui fanno parte i primari ospedalieri responsabili di unità operative complesse di Oncologia Medica. Il collegio si occupa principalmente della tutela e la promozione dell’oncologia medica sotto l’aspetto scientifico, professionale e istituzionale, così come dell’attuazione e potenziamento delle strutture di oncologia medica presenti nelle aziende ospedaliere. Tra gli obiettivi perseguiti vi sono anche il favorire la ricerca scientifica interdisciplinare, la formazione del personale e la collaborazione tra i primari oncologi, il Ministero della Sanità e la pubblica amministrazione in genere.

Il CIPOMO è poi particolarmente impegnato nella promozione delle attività di formazione e di informazione sanitaria verso l’opinione pubblica, le associazioni di volontariato, i mass media: un campo trasversale quanto mai bisognoso di essere “coltivato” con le giuste e corrette informazioni, soprattutto in materie delicate come le patologie oncologiche.

Altro tema caro agli oncologi è la valorizzazione della multidisciplinarietà, con la condivisione di conoscenze ed esperienze tra professionisti. Con l’appuntamento del 20 maggio sui Tumori Neuroendocrini, difatti, inizia una serie di eventi organizzati dall’Unità Operativa di Oncologia Medica del “Vito Fazzi” di Lecce in collaborazione con i Gruppi Interdisciplinari di Patologia, in questo caso con la GELP Unit – che si occupa segnatamente delle neoplasie del tratto gastro-enterico, del fegato e del pancreas – alla quale offre un importante contributo il dr. Marcello Spampinato, direttore della Chirurgia Generale del “Fazzi”.

A seguire l’incontro del prossimo 8 luglio, occasione per approfondire lo stato dell’arte sul Carcinoma Polmonare Localmente Avanzato e, a settembre, la giornata dedicata a sottolineare l’importanza della multidisciplinarietà per il trattamento delle Metastasi Epatiche da Carcinoma del Colon-Retto, con un incontro specifico sul Carcinoma Gastrico e della Giunzione Gastro-Esofagea.