GALLIPOLI (Lecce) – Domenica 22 settembre, ore 19,30, biblioteca civica di Gallipoli. Sono queste le coordinate della giornata inaugurale della “Settimana della cultura del mare” organizzata dall’associazione “Puglia & Mare” e dal Comune di Gallipoli, e, in questa ottava edizione, dallo “Sportello pesca” del Gal Terra d’Arneo. Un inizio nel nome della bellezza, dell’arte e del ricordo, che a ben vedere è comune ai primi due appuntamenti.

Oggi infatti sarà presentato il libro di acquerelli del compianto Tonio Perrella intitolato “I colori dell’anima”, nato dalla volontà della famiglia, e del figlio Roberto in primo luogo, di ricordare le opere con cui ha maggiormente testimoniato l’amore per la natìa Gallipoli, ossia i pregevoli acquarelli che ha dipinto per passione e con grande perizia; mal’artista è stato anche autore di fotografie, opere di grafica, studi di storia patria, scritti ed altro. Il libro, realizzato con la collaborazione di Elio Pindinelli, riproduce tutti gli acquerelli dedicati a Gallipoli e al Salento.

Il programma della serata prevede il saluto del presidente di “Puglia & Mare” Alessandra Bray e gli interventi del sindaco Stefano Minerva, del giornalista Giuseppe Albahari autore d’una nota critica introduttiva del volume e di Roberto Perrella.

Dopo la presentazione, sarà inaugurata la mostra di acquerelli allestita nella Galleria NetLam di via Antonietta De Pace che rimarrà aperta fino al 28 settembre e potrà essere visitata dalle ore 18 alle 22. L’ingresso è gratuito. Una mostra che condensa le opere nelle quali l’artista racconta, con raffinata sensibilità, la vera civiltà della pietra e del mare di Gallipoli e del Salento.

Lunedì 23 settembre, l’appuntamento intitolato “Il mare del ricordo – Suoni tra immagini e memorie” – sempre nella biblioteca civica e sempre alle ore 19,30 – servirà per ricordare tre personaggi che, in diverso modo e in tempi anche diversi, hanno amato Gallipoli e il Salento: il giornalista e divulgatore di enogastronomia salentina Nunzio Pacella (1947-2019) di cui parlerà il giornalista Camillo De Donno; il “Patriarca degli indiani d’America” Eugenio Vetromile (1819-1881) gesuita che evangelizzò gli indiani Abenaki e autore di numerosi scritti, che nel secondo centenario della nascita sarà ricordato dallo storico Elio Pindinelli; il tecnico comunale e operatore culturale Michele Pagliarini (1923-1985) di cui parlerà la figlia Cristina Pagliarini. Pacella e Pagliarini hanno avuto in comune la passione per la fotografia e saranno proiettate alcuni dei loro scatti che rappresentano un vero giacimento culturale da conservare e valorizzare.

Durante la serata, il maestro Tiziano Corredo eseguirà sottofondo e intermezzi musicali.

Lunedì prenderanno il via anche altre due iniziative: i laboratori didattici sul mare con esperienze di realtà aumentata e proiezioni multimediali itineranti in alcune scuole del territorio costiero in collaborazione con l’associazione Emys presieduta da Renato Pacella e il Gal Terra d’Arneo presieduto da Cosimo Durante; e la mostra di foto subacquee intitolata “Nel blu dipinto di brutto” allestita a cura dell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo nella biblioteca civica, che potrà essere visitata, gratuitamente, durante gli orari di apertura della biblioteca (dal lunedì al venerdì, ore 10-13, il martedì il giovedì anche ore 15,30-18,30) nonché durante gli eventi del cartellone della “Settimana della cultura del mare” che si svolgeranno nella biblioteca stessa.