Dopo il rigetto dell’impugnazione formulata dall’Agenzia del Territorio contro il primo ricorso collettivo tributario sul riclassamento generalizzato degli estimi catastali a Lecce, avvenuto lo scorso 28 ottobre, in data odierna la Corte di Cassazione ha nuovamente dato ragione a numerosi contribuenti leccesi assistiti dall’avvocato Maurizio Villani e che per il tramite dello “Sportello dei Diritti” decisero d’impugnare con un unico ricorso gli avvisi di accertamento dell’Agenzia del Territorio per il nuovo classamento generalizzato degli estimi catastali nel comune di Lecce.

Una nuova importante e significativa vittoria per la nostra associazione, rileva Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”, che sin dall’inizio e su consiglio dell’avvocato Maurizio Villani, aveva invitato i contribuenti ad agire collettivamente in questa vicenda per ridurre i costi di lite e per poter meglio essere rappresentati innanzi ai vari gradi di giudizio in ragione delle migliaia di avvisi arrivati contemporaneamente ai leccesi. Ancora una volta, però, siamo costretti a ribadire che nonostante il consolidamento dell’orientamento giurisprudenziale in tutti i gradi di giudizio, nessuno risulta ancora aver pagato per quello che più che un macroscopico errore, è un vero e proprio scandalo.