LECCE – In Commissione Ambiente oggi è stato lanciato l’allarme abbandono dei rifiuti e discariche abusive, che sono in aumento. Le polemiche della minoranza sono arrivate puntuali, subito dopo la comunicazione di questa situazione da parte dei dirigenti comunali. Il centrodestra ha bacchettato la maggioranza sulla questione fototrappole: tre di queste macchine per registrare chi abbandona i rifiuti sono troppo poche per un territorio vasto come quello della città di Lecce. “Anziché andare avanti andiamo indietro anche con la raccolta differenziata – afferma Andrea Guido – Non si fanno campagne informative e non parte quella programmata nelle marine leccesi”.

A fronte dei 7 milioni in più all’anno alla Monteco, secondo Adriana Poli Bortone, nessun nuovo servizio è stato avviato. Tutto dovrebbe partire appena verrano risolte alcuni problemi burocratici. Nelle marine non è ancora partita la raccolta differenziata: la senatrice ha minacciato un esposto alla Corte dei Conti. Persino nella Cittadella della Salute è stata trovata una discarica d’amianto, dimenticata lì e mai bonificata: i lavori di manutenzione fatti negli anni anno prodotto una piccola discarica. Da parte della maggioranza c’è la voglia di premere sull’acceleratore, ma si sa che le casse del Comune di Lecce  piangono.