SALENTO – Nessun nuovo caso di positività al Covid-19 nelle ultime 24 ore, eppure sulla mappa il territorio del comune di Casarano si colora di rosa, ad indicare la presenza di almeno un contagiato.

È quanto riferisce l’ultimo bollettino epidemiologico diffuso da Regione Puglia e Protezione Civile, che attesta quindi a 239 il numero dei salentini contagiati nel nostro territorio, mentre si attendono gli esiti dei tamponi (almeno 100) eseguiti su Gallipoli e Soleto – due casi molto critici – i cui risultati tardano ad arrivare. Purtroppo, a fronte di 0 contagiati, si sono verificati altri due decessi: si tratta di due anziani di 85 e 97 anni.

Dall’analisi della mappa epidemiologia, tuttavia, emerge che il nuovo Coronavirus sia giunto – come detto – anche nel territorio comunale di Casarano. La mappa è chiara (il territorio di Casarano ha cambiato colore rispetto a ieri), il bollettino anche (0 casi). Eppure qualcosa non torna, a conferma che esista un serio problema di comunicazione a tutti i livelli. 

Il sindaco di Casarano, Gianni Stefano, è sbigottito: non riesce a capire la logica delle autorità sanitarie. “Ho visto anch’io la mappa della protezione civile. Ma nessuno mi ha avvertito. Come fanno a gestirla loro la questione delle quarantene? Le prime ce le hanno mandate già scadute. C’è una lentezza pazzesca nelle comunicazioni. Chi sta gestendo l’emergenza in questo modo non comprende che fa acqua da tutte le parti. I sindaci con la polizia municipale dovrebbero controllare chi è in quarantena, ripercorrere la catena dei contatti e controllare la raccolta dei rifiuti di chi è positivo. Invece ci fanno brancolare nel buio”.

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi domenica 29 marzo, in Puglia, sono stati effettuati 861 test per l’infezione Covid-19 coronavirus e sono risultati positivi 91 casi, così suddivisi:

49 nella Provincia di Bari;

2 nella Provincia Bat;

4 nella Provincia di Brindisi;

22 nella Provincia di Foggia;

0 nella Provincia di Lecce;

6 nella Provincia di Taranto;

1 fuori regione

7 non attribuiti.

Sono stati registrati 15 decessi, 2 in provincia di Bari (93 e 90 anni), 2 in provincia di Lecce (85 e 97 anni), 10 in provincia di Foggia (77, 93, 77, 89, 74, 69, 87, 93, 84 e 69 anni), 1 in provincia di Brindisi (83 anni).

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 12.631 test.

27 sono i pazienti che risultano guariti.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 1.549, così divisi:

518 nella Provincia di Bari;

98 nella Provincia di Bat;

152 nella Provincia di Brindisi;

377 nella Provincia di Foggia;

239 nella Provincia di Lecce;

99 nella Provincia di Taranto;

18 attribuiti a residenti fuori regione;

48 per i quali è in corso l’attribuzione della relativa provincia.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.