LECCE – La crisi può essere interpretata come occasione di rilancio competitivo del sistema-Salento. È con questa convinzione che l’Università del Salento e la Camera di Commercio di Lecce hanno avviato un’analisi delle ripercussioni dell’emergenza sanitaria da COVID-19 sul tessuto produttivo del Salento e sui relativi mercati di riferimento nel più ampio scenario economico globale, con l’obiettivo di creare tavoli di lavoro utili a contribuire a individuare le più opportune strategie di risposta, sia a livello aziendale che a livello territoriale.

La prima fase, quella dell’indagine appunto, si svolgerà con la somministrazione di un questionario redatto su un’apposita e diffusa piattaforma informatica, che consentirà anche di raccogliere informazioni sulle azioni che i singoli operatori hanno già intrapreso e/o intendono avviare per fronteggiare la crisi. In generale, un ruolo centrale in tutte le fasi dell’iniziativa avrà l’importanza attribuita alla “trasformazione digitale” come strumento per affrontare la crisi.

«Siamo certi che questa iniziativa sarà particolarmente apprezzata dalle nostre imprese e dal territorio nel suo complesso», dice il Rettore Fabio Pollice, «giacché espressione di una volontà condivisa, che vede nella crisi un’occasione per ripensare il futuro del nostro territorio in un’ottica di sostenibilità e coesione. Partire oggi, quando l’emergenza è ancora in corso, vuol dire proiettarci da subito in una prospettiva di sviluppo, indispensabile per alimentare la fiducia degli operatori economici e di tutti i cittadini, e per arrivare subito all’individuazione di strategie condivise che ci traghettino oltre la crisi stessa. Confidiamo che si uniscano a noi anche le altre province salentine ed è per questo che abbiamo già preso contatti con le Camere di Commercio di Taranto e Brindisi, riprendendo il progetto di lavorare tutti insieme a una strategia di sviluppo della Terra d’Otranto».

«Un’emergenza globale può essere affrontata solo mettendo in comune le proprie competenze, finalizzandole al superamento della fase acuta e dei suoi effetti nel breve/medio termine», commenta Alfredo Prete, Presidente della Camera di Commercio di Lecce, «La situazione che stiamo vivendo impatta notevolmente sul sistema economico, sulle vite di ciascuno di noi e purtroppo ancora non è possibile quantificare con certezza la portata delle conseguenze. Per questo occorre studiare, capire, analizzare, proporre. Assieme a UniSalento, con cui spesso condividiamo valide iniziative, ci attiviamo per monitorare da vicino la realtà dei nostri operatori e progettare azioni di rilancio, elaborate su basi concrete e con la collaborazione degli operatori stessi.

La Camera di Commercio di Lecce intende proseguire e ampliare il sostegno della nostra economia e crede fermamente negli esiti derivanti dalla cooperazione con le altre Istituzioni del territorio che vorranno aderire, e con le Associazioni di categoria che operano con competenza a strettissimo contatto con le nostre imprese e sono portavoce delle istanze dei diversi comparti. Il sistema camerale, mettendo a disposizione il suo importante patrimonio informativo e umano, che anche in questo tempo di emergenza resta costantemente al fianco delle imprese, saprà certamente contribuire ad arginare gli effetti di Covid19 in ambito economico. Lavorando insieme oggi, vogliamo già pensare a domani e credere che troveremo il modo di ricominciare».

«Non è sufficiente dire che andrà tutto bene», conclude il Rettore Pollice, «Occorre fare quanto in nostro potere perché tutto vada bene. Ed è con questo obiettivo che abbiamo promosso, di concerto con la Camera di Commercio, questa iniziativa».

L’indagine è online su https://bit.ly/Quest_Impatto_Covid19