di Marcella Negro

LECCE – Nasce come esigenza di un gruppo di artisti il progetto musicale Dammi fiato.

Il bisogno di andare oltre la retorica per raccontare il disagio sociale e psicologico derivato dalla pandemia di COVID-19 ha unito le forze creative per dar vita, attraverso un videoclip, a un racconto espressivo che andasse oltre l’andrà tutto bene.

Prendendo coscienza delle implicazioni sottocutanee, i cambiamenti sociali che taluni accadimenti comportano – come ci modificano, dove ci conducono, quale sarà la società civile che verrà – ne è emersa una tenera odissea in cui gli artisti Massimiliano Manieri, Luca Nicolì, Andrea Cananiello, Angelo Zaminga, Franco G. Livera hanno provato a specchiarsi invitandoci a soffermare anche il nostro sguardo.

Resta la consapevolezza che non vi sia tragedia che non presupponga anche una rinascita ma, perché ciò avvenga, l’individuo deve rimanere a testa eretta e cuore pulsante. Se si spegne questo, tutto il resto potrebbe tradursi in iniqua sudditanza.

Dammi fiato è questo, ma forse anche qualcosa in più. Sta a noi scoprire cosa.