La dottoressa Federica Montefusco

SALENTO – Finito il lockdown, che ci ha tenuti tutti a casa a sperimentare nuove ricette, inizia la fase remise en forme per la prova costume. Come smaltire i chili di troppo accumulati durante i tre mesi di sedentarietà? Lo abbiamo chiesto alla dottoressa Federica Montefusco, nutrizionista ed esperta in nutrizione sportiva.

Siamo ingrassati in questi mesi?

La maggior parte delle persone è aumentata di peso perché, stando chiusi a casa, la tendenza è stata quella di mangiare di più. Poi c’è chi ha continuato ad allenarsi seguendo anche due sessioni di sport in casa ed è riuscito a mantenere il peso forma.  Gli sportivi hanno un programma e uno stile di vita anche alimentare e riescono a non aumentare di peso, tutt’al più hanno perso muscolatura ma non hanno messo massa grassa.

E i non sportivi, di quanto sono aumentati?

Ho constatato un aumento del peso dai due ai sette kg.

La sua consulenza è continuata online durante il lock down?

Assolutamente sì, c’è chi ha voluto seguire la dieta, io ho dato indicazioni su come rivelare circonferenze e peso e ho prescritto piani alimentari su misura tenendo conto della sedentarietà.

Più uomini o donne?

Si sono rivolte di più le donne. Il problema principale è stata la ritenzione idrica, a loro ho consigliato di incrementare gli introiti di acqua.

Anche lo stress è un fattore che può indurre un aumento della ritenzione?

Assolutamente sì.

Per la prova costume, che tipo di dieta suggerisce?

Suggerisco l’alimentazione mediterranea che in questo periodo è il massimo. No a dolci e zuccheri, sì a cereali integrali e legumi, insalatone con farro, orzo, piatto unico a pranzo. Cinque porzioni al giorno tra frutta e verdure di stagione ogni giorno. Gli alimenti di stagione sono più ricchi di antiossidanti, vitamine e sali minerali che hanno anche un effetto benefico anche per il sistema immunitario. Cereali integrali e legumi hanno anche un grande apporto di fibre e aumentano la sensazione di sazietà.

E la prima colazione?

La prima colazione deve essere completa di carboidrati, proteine e grassi.

E per il resto della giornata?

Uno spuntino a metà mattina, magari una macedonia. Un pranzo piatto unico a base prevalentemente di carboidrati complessi. ( legumi e riso, pasta col tonno, insalate di pasta fredda). Un altro spuntino a base di frutta fresca e secca nel pomeriggio. Cena a base di verdure e proteine. Grasso principale olio extravergine di oliva crudo. Vi è da dire che però ognuno ha bisogno della sua dieta personalizzata perché ha il suo metabolismo, il suo stile di vita e anche i suoi gusti.

Qualche consiglio anche gastronomico per il buonumore?

Il pasto libero una volta a settimana, il dolce fatto in casa con nuove ricette e nuove farine. Un bicchiere di vino. E teniamo presente che esporsi al sole aumenta la produzione di vitamina d.

E per chi è celiaco?

Utilizzare le farine alternative, farina di mandorle, di nocciole, riso e mais.