HomePolitica“Futuro delle imprese balneari salentine a rischio”, la preoccupazione di Fratelli d’Italia

“Futuro delle imprese balneari salentine a rischio”, la preoccupazione di Fratelli d’Italia

Andrea Guido, Vice presidente del Consiglio Comunale di Lecce, Saverio Congedo , Coordinatore Fratelli d’Italia Lecce, Antonio Gabellone, Consigliere regionale Fratelli d’Italia e Roberto Giordano Anguilla, capogruppo Fratelli d’Italia Lecce, sono preoccupati per il futuro delle imprese balneari:

“Non possiamo che essere perfettamente in sintonia con il nostro leader, Giorgia Meloni, nel commentare con dispiacere e preoccupazione questa sentenza che apre uno scenario sconosciuto e preoccupante per il futuro del turismo e degli imprenditori del settore balneare italiano – dichiarano  –
Gravissimo a nostro avviso che la politica non abbia tutelato decine di migliaia di imprese, moltissime delle quali a conduzione familiare. Per noi leccesi poi oltre il danno anche la beffa nel prendere atto della soddisfazione e compiacimento da parte del sindaco Salvemini in merito all’accaduto. Un comunicato, il suo, quantomeno indelicato se si pensa ai tanti leccesi e salentini che dopo oggi potrebbero perdere il lavoro. Inoltre al Sindaco forse sfugge(infatti non fa cenno alcuno)il fatto che i giudici hanno affermato comunque la necessità di una profonda riforma, in particolare in tema di indennizzo ai concessionari uscenti a tutela del valore aziendale e degli investimenti fatti. Una posizione ben lontana da quanto richiesto dal settore urbanistica rappresentato dell’Assessore Miglietta che imponeva di rinunciare ad ogni diritto futuro sull’area in concessione. Attendiamo tutti dunque una nuova legge. Nelle more la speranza è che si operi a tutela del lavoro e dei lavoratori”.

Link Sponsorizzato

Una sentenza che apre scenari sconfortanti, secondo il consigliere regionale Antonio Gabellone: “il rischio reale è che il Salento possa divenire preda delle multinazionali che così potranno acquisire le concessioni demaniali sino ad oggi appartenute ai nostri balneari. È in bilico il futuro del nostro territorio e di una delle fonti più redditizie della nostra economia, qual’è il turismo”.
“La sentenza del Consiglio di Stato – conclude Erio Congedo Coordinatore provinciale FdI – rischia di vanificare i tanti sacrifici sostenuti da quegli imprenditori che nel corso negli anni hanno investito passione e risorse per offrire al Salento sviluppo, lavoro e promozione del territorio. Al di là di ogni valutazione circa l’ambito di intervento della magistratura amministrativa romana su questioni di competenza delle assemblee legislative, è evidente che la questione dovrà ora essere affrontata nelle aule parlamentari e mi auguro da tutti i rappresentanti parlamentari dal Salento venga l’invito pressante al Governo nazionale ad ascoltare le associazioni di categoria e ad affrontare la questione con rapidità a tutela di un comparto al quale si deve molto della capacità attrattiva del nostro Paese e, per quanto ci riguarda da vicino, del nostro Salento. Come dichiarato dal sua presidente Giorgia Meloni, Fratelli d’Italia è pronta a fare la sua parte”.

Link Sponsorizzato

Ultime Notizie