HomePrima PaginaDal De Viti-De Marco di Casarano ai gradini del podio: la campionessa...

Dal De Viti-De Marco di Casarano ai gradini del podio: la campionessa Erika Gaetani

di Manuela Marzo

PARABITA – Classe 2004, di Parabita, fisico da atleta. Erika Gaetani ha appena 17 anni e una grande passione, il nuoto e un sogno, per alcuni aspetti già divenuto realtà: mettersi alla prova, gareggiare e vincere! Nel 2021 medaglia d’oro nei 100 dorso, confermandosi così tra le migliori dorsiste del mondo, la giovane campionessa aveva già conseguito importanti vittorie, medaglie d’oro e d’argento,100 e 200 dorso, nel 2019 a Kazan, Russia. Da una piccola cittadina della provincia di Lecce ai gradini più alti del podio, raggiungendo traguardi che richiedono sicuramente talento, ma anche tanti sacrifici e rinunce. Costanza, perseveranza e obiettivi ben chiari, il talento non basta, ci vuole determinazione. Vasca dopo vasca, gara dopo gara, per una carriera tutta in ascesa. Ma come fa una così giovane ragazza a conciliare la dura attività agonistica con la scuola e con desideri ed esigenze tipici della sua età?

A tu per tu con la campionessa, che ci racconta la sua storia, la sua passione per lo sport:nuoto da quando avevo 3 anni e non ho mai smesso. Non so bene come mi sia venuta questa passione, ma so per certo che devo ringraziare la costanza e il mio allenatore, Gianni Zippo, che mi è sempre stato accanto in ogni momento”.  

Link Sponsorizzato

Il tuo allenatore Gianni Zippo, ti segue praticamente da sempre, sin dai primi allenamenti nell’impianto EuroItalia di Casarano, ma a cosa hai rinunciato per poter ottenere questi risultati?Ho sempre fatto in modo di conciliare tutti i miei impegni: nuoto, studio, amici e famiglia. Non ho mai rinunciato a niente… ovviamente bisogna fare però dei sacrifici”.

E la favola non finisce qui, perché giovanissima fai parte anche dell’Arma dei Carabinieri, una grossa responsabilità: “Entrare nell’ Arma è sempre stato uno di quei sogni nel cassetto e finalmente sono riuscita a conquistarlo. Più che una responsabilità è per me un onore e sono fiera di questa opportunità”.

Link Sponsorizzato

Tra tutti questi impegni, riesci a frequentare la scuola? Sì, certamente! Frequento l’I.I.S.S. De Viti -De Marco di Casarano”.

Ma come fai a conciliare la scuola con lo sport e la necessità di continui allenamenti? Non è impossibile conciliare il tutto, ma c’è bisogno di tanto impegno e forza di volontà.  Al termine delle attività scolastiche raggiungo subito la piscina, dove completo le mie 4 ore circa di allenamento.  Appena rientro a casa, mi dedico allo studio. A volte anche sino a tarda sera. La scuola mi supporta. L’ Istituto De Viti-De Marco ha richiesto e ottenuto l’approvazione del Progetto sperimentale “Studenti Atleti di Alto Livello” previsto dal Ministero dell’Istruzione proprio per coniugare il percorso scolastico con quello sportivo agonistico. E’ un Piano specifico a supporto del successo formativo degli studenti che, come me, sono impegnati in attività agonistiche di alto livello.”

La scuola continua, quindi, ad avere un ruolo centrale nella tua carriera. Sì, certamente. La mia scuola mi ha molto formata a tutti i livelli. Solide competenze nelle discipline di studio sono state per me fondamentali. Ma non solo. Resilienza, perseveranza, coscienziosità, capacità di risolvere problemi, creatività, pensiero critico, capacità d’iniziativa e, non da ultimo, capacità di lavorare in modalità collaborativa, di fare squadra, sono stati indispensabili nel mio percorso. E credo che lo siano per ogni carriera che i miei pari intendano intraprendere. Sia che si tratti di quella sportiva, che lavorativa o universitaria. La scuola offre, infatti, a tutti gli studenti le più ampie opportunità di costruire queste solide competenze e sono convinta che ciascuno degli studenti troverà la strada per essere, nelle proprie scelte e nel proprio progetto di vita, a suo modo, un campione.”

Nonostante i tanti impegni, Erika è una ragazza solare, che vive con serenità la sua vita di atleta, di studentessa, la sua appartenenza all’Arma dei Carabinieri senza nulla togliere alla gioia tipica della sua età. Un messaggio chiaro per tutti i suoi coetanei, per i compagni della 4D AFM: non si è soli anche nei piccoli paesi del Sud Salento: la famiglia, la scuola, le associazioni accompagnano, sono guide, sostegno. “Non perdete mai la direzione dei vostri sogni, coltivate i vostri talenti, con impegno ma senza timore! Vi accorgerete che si può”, ci ricorda sorridendo Erika.

 

Link Sponsorizzato

Ultime Notizie

Ance, un Prezzario tanto atteso ma inutilizzabile

0
LECCE - “Con delibera n. 709/2022, pubblicata sul BURP n. 56 del 20 maggio 2022, è stato approvato l’aggiornamento 2022 dell’elenco regionale dei prezzi...