Dopo il successo delle prime due serate della VI edizione del “Premio Bodini”, voluto dall’amministrazione comunale, organizzato dall’agenzia Titania e patrocinato dalla Regione Puglia con la direzione artistica di Alessandra Pizzi,

il premio verrà conferito agli Agricantus, gruppo musicale siciliano di genere folk-ambient. La rassegna, svoltasi a Cocumola il 3 e 4 settembre, ha visto premiare il poeta Gezim Hajdari, lo scrittore Vincenzo Consolo, il giornalista Raffaele Gorgoni e la sceneggiatrice Maria Pia Autorino per il corto metraggio “Poppitu”. La terza serata si terrà giovedi 8 settembre p.v., che prevede oltre alla premiazione degli Agricantus, il loro concerto, ovvero, uno spettacolo che prevede la proiezione di video/art, una scaletta ricca degli storici successi di Agricantus che si fa portavoce di Amnesty International che quest’anno celebra il suo cinquantenario con lo “Human Rights Tour” per i diritti umani. Il gruppo, formato da Tonj Acquaviva (Lap Top, percussioni, Electronic Drums, sampler, voce), Rosie Wiederkehr (voce), Volkan Gücer (fiati) e Guglielmo Mokotoff (Eletric Bass), é diventato famoso per la commistione di lingue e dialetti e la miscela tra suoni acustici ed elettronica, un sound che va dal deserto, al Mediterraneo e all’Asia, in un respiro globale. Il concerto si svolgerà a Cocumola l’8 settembre p.v., in piazza San Nicola dalle ore 20.30 con ingresso gratuito.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 × uno =