externaLECCE – “La città e le rondini: le forme dell’aperto”. E’ la traccia della Conversazione che oggi alle 17 vedrà protagonista l’architetto salentino e designer di fama internazionale Fabio Novembre negli spazi di Externa, la Fiera dedicata all’arredamento outdoor, nel corso della cerimonia di premiazione dei primi tre progetti classificati al Concorso Trecentomila Idee.

Un racconto della sua esperienza e, contemporaneamente, una riflessione insieme agli architetti salentini sulle nature che nutrono una città. A dialogare con Fabio Novembre il giornalista del Quotidiano di Puglia e scrittore Rosario Tornesello.

D’altra parte – si legge nel comunicato – era quanto mai stimolante l’obiettivo del Concorso d’idee ideato e promosso da Aps Green Power e Sofran in collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Lecce: un invito allo sguardo, e al disegno, perché su un unico luogo convergessero pensieri inediti sulla trasformazione e sulla vita della città. Sollecitando idee per la sua riqualificazione spaziale, funzionale, ed ambientale e, contemporaneamente, immaginando la messa a punto di un “archivio progettuale” da mettere a disposizione di Lecce Capitale della Cultura 2019 e la sua Eutopia. Stimolante anche per la formula inedita che lo ha caratterizzato, unendo alla valutazione della Giuria una votazione on line, chiamando i cittadini ad una architettura partecipata e dal basso.

“I risultati non si sono fatti attendere”, osserva Massimo Crusi, Presidente Ordine degli Architetti di Lecce. “Ancora una volta la formula del Concorso d’idee dispiega tutta la sua vitalità e la sua straordinaria ricchezza, anche in un caso come questo privo di finalità immediata. Quasi una sorta di laboratorio progettuale allargato e condiviso, grazie anche alla formula della votazione on line, che permette la moltiplicazione dei punti di vista e soprattutto chiama a raccolta intelligenze, saperi, disponibilità, voglia di mettersi in gioco, offrendo letture dei luoghi preziosissime per i cittadini ma anche per gli amministratori, oltre che per noi professionisti, e sottolineando con forza il ruolo e il contributo fondamentali dell’architetttura nella trasformazione e nella rilettura dello spazio urbano. Come Ordine siamo convinti da tempo che promuovere occasioni di confronto e di dialogo, nella forma del Concorso di idee o del workshop di progettazione, sul continuo mutare dei luoghi sia il modo migliore per garantire qualità nella forma e nella sostanza a quello stesso mutamento. Le esperienze maturate in questa direzione negli ultimi tempi, da Gallipoli a Casamassella, lo confermano e anzi ci spingono a rafforzare il percorso in questa direzione”.

“Concentrando l’attenzione su Piazza Mazzini”, prosegue Flavio De Carlo, architetto, responsabile scientifico del Concorso d’idee, “abbiamo proposto un esercizio progettuale delicato e difficile per i livelli di significato urbano che proprio Piazza Mazzini racchiude in sé. Come fare i conti con la storia urbana e sociale della città a partire dal ‘disegno’ dello spazio urbano.

I progetti pervenuti ed esposti in mostra non forniscono risposte chiuse ai quesiti posti dal bando, lasciando spazio a nuovi interrogativi. Trecentomilaidee propone prospettive e stimoli a modificare il punto di vista sui fenomeni di trasformazione urbana, suggerendo tra le righe della loro sfuggevolezza nuove chiavi interpretative per la risoluzione di problemi che, non necessariamente, possono – e devono – essere ricondotti a categorie codificate. Un contributo a reinventare Eutopia nel percorso di Lecce 2019 Capitale della cultura. Le Utopie si nutrono di spirito creativo, generando il cambiamento e tracciandone il percorso in direzioni talvolta inaspettate.

E anche per questo – continua l’architetto – abbiamo immaginato, insieme ai promotori, che il modo migliore di condividere con l’intera città lo spirito del Concorso d’Idee potesse essere quello della votazione on line, chiamando i cittadini a misurarsi con i progetti e la natura in divenire della Piazza”.

Sono 33 i progetti in concorso, giunti da studi professionali di ogni parte d’Italia, con una preminenza di gruppi e professionisti pugliesi. I lavori possono essere visionati sul sito www.trecentomilaidee.it, e sono stati oggetto di votazione on-line dal popolo del web fino a ieri. Presso Externa, a Lecce Fiere in Palio, le proposte progettuali possono essere ammirate e confrontate dal vivo grazie ad una mostra allestita ad hoc.

A premiare i progetti vincitori del concorso di idee per la riqualificazione di Piazza Mazzini sarà la Giuria presieduta da Fabio Novembre, composta dagli architetti Claudia Branca, Fulvio Tornese, Flavio De Carlo (segretario senza diritto di voto), dall’ingegnere Gabriele Tecci e da Marcello De Giorgi, in rappresentanza della Camera di Commercio. Nel giudizio finale la Giuria terrà conto del voto popolare.

Una delle società organizzatrici di Externa (Green Project), mette a disposizione un montepremi complessivo di 6mila euro, suddivisi in: 3mila euro al vincitore del concorso; 2mila euro al secondo classificato e mille euro al terzo classificato.