OTRANTO (Lecce) – Secondo sbarco in appena dieci giorni nel Salento. Nella notte, infatti, la Guardia di Finanza ha intercettato un motoveliero con a bordo 73 migranti che solcava il Canale d’Otranto, diretto verso le coste pugliesi.

Il natante è stato poi scortato presso il porto di Otranto, dove i migranti (prevalentemente pakistani e sei somali, tra cui anche 16 minori) hanno potuto ricevere le cure mediche necessarie dopo l’estenuante viaggio in mare.

Per tre di essi è stato necessario il trasporto presso i pronto soccorso degli ospedali di Galatina e Scorrano. Gli altri, invece, dopo essere stati rifocillati, identificati e fotosegnalati da parte del personale della Polizia di Stato, sono stati accompagnati presso le strutture di Taranto e Bari. In manette sono finiti i presunti scafisti. Si tratta di due bielorussi. Sono difesi dall’avvocato Silvio Giardiniero.