SQUINZANO (Lecce) – Compie una rapina inseme ad un minorenne e tenta la fuga a bordo di un’Ape car. Come in un film grottesco. Ma qui è realtà e anche drammatica. Insolito epilogo per un assalto armato in serata a Squinzano. E’ successo poco dopo le 20,30 ai danni del supermercato Md in via Raffaello Sanzio. Ad agire un bandito solitario. L’uomo, arma in pugno, ha fatto irruzione all’interno del supermercato. Si è fatto consegnare i soldi contenuti nel registratore di cassa (circa 700 euro) per poi scappare a piedi. Poi ha raggiunto un complice.

La fuga, però, è avvenuta con modalità alquanto insolite e bizzarre. I malviventi hanno raggiunto un’Ape car parcheggiata nelle immediate vicinanze ma sono stati bloccati dopo poche centinaia di metri anche grazie alle testimonianze fornite da alcune persone dai carabinieri della locale stazione guidati dal maresciallo Giovanni Dellisanti e accompagnato in caserma. Su disposizione del magistrato di turno, il sostituto procuratore Donatina Buffelli, sono stati arrestati Walter Tramacere, e E.D., quest’ultimo neppure maggiorenne. Le indagini non sono chiuse. I militari intendono accertare se i due arrestati siano gli autori di altre rapine commesse a Squinzano nell’ultimo periodo.