F.Oli.

PESCOLUSE (Lecce) – La Procura allenta i sigilli dello stabilimento “Sunrise” nella marina di Pescoluse sequestrato il 18 maggio dai carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Lecce “per violazioni delle prescrizioni imposte dai titoli edilizi”. Il sostituto procuratore Emilio Arnesano ha accolto l’istanza depositata dagli avvocati Riccardo Giannuzzi e Alessandro Distante (per conto della legale rappresentante del lido) che hanno evidenziato come nel frattempo la proprietà abbia ottemperato alle prescrizioni imposte dall’Autorità Giudiziaria.

A forte rischio era finita anche l’organizzazione di matrimoni e comunioni programmati da tempo. L’intera struttura ha riaperto salvaguardando così la stagione estiva che vedrà l’apertura dei battenti il prossimo fine settimana. “Siamo molto soddisfatti” commenta la difesa, “per il provvedimento della Procura che, di fatto, scongiura un danno economico ingente per la proprietà”.

CONDIVIDI