di C.T. e F.Oli.

CORIGLIANO D’OTRANTO (Lecce) – Si è presentato al pronto soccorso con una lunga ferita all’addome, sostenendo di essere stato accoltellato da un gruppo di giovani, dopo essere intervenuto in difesa di una ragazza che aveva ricevuto alcuni pesanti apprezzamento da parte del gruppetto.

La vittima dell’accoltellamento è un giovane di 26 anni di Scorrano – D.A.R. le sue iniziali – rimasto ferito da una coltellata nella parte bassa dell’addome, che gli ha provocato una ferita lunga 30 centimetri e che ha richiesto l’applicazione di venti punti di sutura. Il malcapitato ha riportato una prognosi di 15 giorni.

Il violento episodio si sarebbe verificato nella notte tra martedì e mercoledì a Corigliano d’Otranto, quando erano circa le 4. Stando a quanto riferito dal ferito, presentatosi da solo presso l’ospedale “Veris Delli Ponti” di Scorrano, ad accoltellarlo sarebbero stati dei ragazzi, con i quali – a suo dire – aveva avuto un alterco a causa di alcuni complimenti giudicati pesanti, che erano stati rivolti dal gruppetto ad una ragazza, sconosciuta al 26enne.

La lite sarebbe sfociata nel sangue subito dopo, quando all’improvviso è spuntato un coltello ed il giovane è stato raggiunto all’addome da un fendente, che gli ha provocato il lungo taglio sulla pancia.

La versione della vittima – che non ha saputo riferire ulteriori dettagli agli investigatori – è al vaglio dei carabinieri della Compagnia di Maglie, diretta dal capitano Giorgio Antonielli, che hanno avviato le indagini per ricostruire con esattezza l’accaduto.