COPERTINO (Lecce) Il gip non convalida il fermo ma dispone la custodia cautelare in carcere per Giovanni Calò, il 31enne di Copertino ma senza fissa dimora, sottoposto al fermo di pg nei giorni scorsi per la rapina di sabato sera ai danni del supermercato “Mello” di Monteroni sulla scorta delle indagini condotte dagli agenti del Commissariato di Nardò insieme ai colleghi della Squadra mobile di Lecce. Calò era stato rintracciato in un’abitazione della marina di Santa Caterina. Il giovane, difeso dall’avvocato Cosimo D’Agostino, si è avvalso della facoltà di non rispondere.

E ora rimarrà dietro le sbarre. Così come il suo presunto complice: Mirko Maiorano, 27enne di Monteroni, arrestato poche ore dopo aver messo a segno l’assalto con un fucile. E’ stato individuato grazie ad alcuni filmati sia tramite il raffronto delle dichiarazioni fornite dai testimoni presenti all’interno del supermercato. Le indagini della polizia sono state rapide e incisive consentendo di assicurare alla giustizia in breve i due presunti responsabili arrestati con l’accusa di rapina aggravata in concorso.

F.Oli.